Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 309.975.811
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 15 novembre 2011 alle 09:23

Cornizzolo, provocazione ma non troppo

Un paio di anni fa volevano trivellare il Parco del Curone, adesso vogliono "bucare" il Cornizzolo !
Come si può ben vedere, nulla è cambiato in Brianza nella considerazione del territorio: il poco rimasto rischia di essere preda dei soliti che ''attentano al futuro" ( il nostro ovviamente).
Il tutto avallato dagli amministratori che, probabilmente eletti da "sempliciotti" (quelli sì, non gli abitanti dei paesi del Cornizzolo), ora appaiono sordi alle voci, numerose, che difendono la montagna. Ma perchè questi "scavatori" non vanno a prendere il materiale ripulendo l'alveo dei fiumi e dei torrenti? Visto le catastrofi di questi giorni farebbero un lavoro utile e avrebbero materiale in quantità! Una provocazione ? Forse.... ma poi scopri che per portare via "quello" di materiale, questi signori vengono pagati profumatamente. E poi la grande verità, riportata nell'intervento del Coordinamento del Cornizzolo: perchè il Cornizzolo? Semplicemente perchè non è tutelato!
Quando sentiamo amministratori e "sempliciotti" che sparlano delle tutele a cui sono soggette alcune porzioni della Brianza, ricordiamocene e alla prima occasione propizia, come si dice da noi: " fò di ball ..... " . Mi permetto un piccolo suggerimento al Coordinamento, forse inutile se vi hanno già pensato: allacciate contatti con tutta la Brianza, quella buona ovviamente, quella dei Gruppi e delle Associazioni che hanno a cuore l'ambiente. Chissà che il miracolo " NO AL POZZO", possa ripetersi. Non si tratta di un augurio per il Vostro impegno, ma di una speranza per il futuro di noi tutti che viviamo in questo angolo d'Italia, amato dalla natura e odiato dagli uomini. Cordiali saluti,
Sala Alfio
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco