Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 309.968.365
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 03 febbraio 2012 alle 16:08

Oggiono: sulla vicenda del consigliere Andreotti

Meno male che la gente onesta e volonterosa può continuare a lavorare !

Tanto rumore per nulla, Un buon tacere non fu mai scritto , Chi troppo parla, spesso falla . . . sono sicura che la saggezza popolare e il genio creativo di un drammaturgo possano veramente sintetizzare l'ultimo ed ennesimo tentativo (fallito, ovviamente !) di screditare una persona per bene. In qualità di attenta osservatrice dell'operato dei politici ad Oggiono e di amica personale del Consigliere Moreno Andreotti mi sento in dovere di sdegnarmi di fronte a quello che è accaduto. I fatti e solo i fatti hanno dimostrato come l'opposizione ad Oggiono abbia sprecato un'altra opportunità per tacere e (meglio) per mettersi finalmente al servizio della cittadinanza in maniera costruttiva. Invece, continua nell'opera di ''gettare fango'' su tutto e su tutti.
Personalmente non ci sto perchè la dignità di una persona è sacra ed inviolabile e anche perchè i fatti parlano chiaro.
Come cittadina di Oggiono ho la memoria lunga e la vista buona per ricordare e vedere cosa non è stato fatto negli anni passati e cosa invece si è preferito fare.
Non mi sono certo dimenticata del cantiere di via Primo Maggio durato anni e terminato con un doppio marciapiede, uno troppo stretto per un passeggino e l'altro impraticabile persino per un pedone nonchè un pericoloso sali-scendi, dei poco decorativi sacchi di immondizia durante il weekend, degli impuniti impavidi scalatori sul Monumento ai Caduti, del vergognoso cantiere rimasto per mesi senza protezione di via Kennedy, della sporcizia sparsa per l'intero territorio malgrado le sollecitazioni per la rimozione, delle curiose strade con i buchi e delle provvidenziali asfaltature pre-elettorali, dell acquedotto in cattive condizioni, . . . di strade non pulite dopo la neve . . ., di essere stati ''depennati'' dai comuni ricicloni della lista promossa da Legambiente . . . delle cene per i non più giovani riservate a mio avviso ad una ristretta cerchia di ''intimi'' . . . solo per citare le primissime cose che mi vengono in mente . . .
Difficile anche non commentare l'operato in veste di opposizione, mai svolto in termini costruttivi ma soltanto polemici.
Meno male che la gente onesta e volonterosa può continuare a lavorare!

Monica B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco