• Sei il visitatore n° 339.622.138
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 11 febbraio 2012 alle 13:42

Ello: sulle dimissioni della maggioranza

La vicenda delle dimissioni dei consiglieri di maggioranza nel Comune di Ello è l'emblema dei tempi che stiamo vivendo.
Nemmeno nelle piccole comunità c'è più armonia e quiete. Era successo lo scorso anno a Morterone , paese di 37 abitanti, dove dopo polemiche aspre e le dimissioni della mia amica Antonella Invernizzi si è tornati a votare. Oggi, capita nuovamente in un paese bello, suggestivo e incantevole della Provincia di Lecco : Ello.
Con poco più di 1250 abitanti e in una comunità dove si conoscono tutti succede l' evento imprevedibile : le dimissioni in massa dei consiglieri di maggioranza. Risultato : il voto .
Francamente faccio fatica a comprendere le ragioni di questo malessere che serpeggia anche nei piccoli comuni, dove troppo spesso si sacrifica , probabilmente per sterili velleità politiche o personali, il senso autentico dell'amministrare per il bene dei cittadini. In un Comune come Ello , che conosco molto bene, ci sarebbero tutti gli ingredienti non solo per amministrare bene, ma per far decollare progetti di sviluppo, anche sul versante culturale, di eccellenza . Un paese che per posizione e storia non ha da invidiare nulla a nessun altro paese della provincia. Probabilmente quello che è successo a Ello è da addebitare ancora una volta alle ingerenze dei partiti che non vogliono capire che il loro atteggiamento distrugge le coesioni sociali e politiche che faticosamente si sono costruite nelle piccole comunità. Purtroppo adesso la " frittata" è fatta. Occorre fantasia e impegno per identificare un nuovo corso, una nuova primavera e stagione politica per Ello. Occorre che la società civile , quella che ha sempre osservato gli eventi, ma non è mai stata protagonista scenda in campo, senza indugi. Ho molti amici a Ello e sono certo che non staranno alla finestra a guardare nuovamente uno scontro tra fazioni che guardano troppo ai partiti di riferimento e troppo poco alla rappresentanza della comunità. Un paese cosi sembra fatto apposta per accogliere eventi formativi, ricreativi e culturali di grande qualità. Non mancano gli spazi e nemmeno la disponibilità all'accoglienza delle persone. Per quanto mi riguarda, come ho fatto a Lecco, troverò il modo di incoraggiare i miei amici all'impegno civico, al di fuori da ogni logica di partito, per verificare se esistono gli spazi per un ruolo attivo della società civile per una nuova coesione sociale che apra le possibilità ad opzioni, politiche ed amministrative ,che guardino solo al bene e all'interesse della collettività.
Corrado Valsecchi-Appello per Lecco
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco