Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.866.480
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 21 febbraio 2012 alle 17:03

Dolzago: il Comune cerca gestore per bar del 'centro sport' e dice No ai videopoker

AAA nuovo gestore per il bar del centro sportivo cercasi. L'amministrazione comunale di Dolzago si appresta infatti a predisporre un bando di gara per individuare il privato che si occuperà della struttura situata lungo la strada provinciale "la Santa". Come noto infatti gli spazi del centro sportivo comunale, attualmente gestiti dalla società sportiva Arcadia di Oggiono, sono stati recentemente oggetto di ristrutturazione.
I lavori relativi alla palazzina del bar dovrebbero essere completati entro il mese di maggio e proprio in vista di questo traguardo il comune ha intenzione di procedere con una gara pubblica per affidare il servizio ad un operatore esterno.
Lo scopo resterà quello di "valorizzare la funzione sociale e di centro di aggregazione della struttura comunale, in particolare per i cittadini dolzaghesi" e proprio per questo l'amministrazione comunale ha deciso di dire no all'installazione di videopoker e qualunque altro mezzo meccanico o elettronico che preveda vincite in denaro o qualsiasi altra forma di premio stabilendo inoltre il divieto di effettuare giochi d'azzardo.
Questo infatti è quanto previsto dallo schema di convenzione predisposto dalla giunta proprio in questi giorni.
Per quanto riguarda invece l'affidamento vero e proprio, l'affidatario otterrà la concessione per una durata di sei anni con possibilità di rinnovo. Il canone annuo è fissato a un importo di 6 mila euro a base d'asta con possibilità di aggiornamenti Istat per gli anni successivi al primo in base all'andamento economico della gestione e il bilancio degli utili.
A carico del concessionario resterà
la manutenzione ordinaria mentre all'amministrazione comunale spetteranno le manutenzioni straordinarie e le riparazioni dell'immobile.
Annessa alla palazzina del bar vi sarà inoltre una sala riunioni che resterà tuttavia ad uso esclusivo dell'amministrazione comunale che ne assegnerà gli spazi tramite autorizzazione nella fascia oraria di apertura del bar mentre apertura, chiusura e pulizia della stessa resteranno a carico del gestore.
M.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco