Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 309.977.447
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 05 marzo 2012 alle 09:40

Chi assume un incarico istituzionale valuti bene dichiarazioni pubbliche sul predecessore. E’ facile criticare o accusare di sbagli a posteriori

Giliola Sironi
Caro Direttore,
leggo sulla stampa locale una serie di interviste e di commenti su ReteSalute e sul modo con cui è stata gestita.
Innanzitutto devo dirle che ho avuto modo di conoscere il dottor Guarnieri (direttore sino a qualche tempo fa) perché era dirigente del settore Servizi Sociali della Provincia di Como nei 5 anni in cui ho svolto il mandato di Assessore Provinciale alla Pubblica Istruzione e lo ricordo già allora come funzionario capace e limpido.
Non penso che l'esperienza maturata successivamente anche in Enti Pubblici più grandi lo abbia fatto divenire "incapace" o peggio, come potrebbero far pensare le parole dell'attuale Presidente che non conosco.
Conosco almeno la metà dei componenti del Consiglio di Amministrazione per poter dire che non sono certamente dediti a favoritismi o propugnatori di irregolarità.
Del resto l'assemblea dei sindaci aveva ed ha compiti di verifica e controllo che doveva e deve esercitare.
Mi permetto però di suggerire a chiunque assume un incarico istituzionale dopo altri, di valutare bene dichiarazioni pubbliche sull'operato di chi ne è stato predecessore perché è molto facile criticare o dire che ci sono stati errori a posteriori.
Ricordo una battuta di un saggio amministratore locale all'epoca del mio primo impegno come assessore nel mio Comune di fronte ad una decisione assunta da una Giunta precedente che ritenevo sbagliata: "ma tu, se dovessi rifare oggi la tua casa, la rifaresti uguale o la cambieresti? L'esperienza e nuove necessità ti fanno cambiare metro di giudizio con il passare degli anni. Anche chi verrà dopo di te - se non contestualizza - potrà trovare degli errori di impostazione della tua linea politico-amministrativa, ma l'importante è che le scelte vengano fatte in coscienza per il bene comune e mai in malafede o per favorire qualcuno".
Ecco, queste parole le vorrei riproporre a tutti coloro che si accingono ad intraprendere un impegno civile a favore della comunità: se ci sono illeciti occorre denunciare alla Autorità Giudiziaria, se non ci sono illeciti, ma semplicemente errori umanamente comprensibili, capire e risolvere.
Tutti avremo un successore prima o poi ed io spero, per il bene delle istituzioni, siano persone sagge.
Giliola Sironi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco