Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.987.123
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 15 marzo 2012 alle 08:21

Oggionese: 4361 i cellulari usati raccolti nei centri del decanato per ''Donaphone''


Sono 4361 i telefoni cellulari usati, raccolti dalle parrocchie del Decanato di Oggiono dall'introduzione dell'iniziativa, ovvero dall'autunno 2007. A dimostrarlo è il rapporto diffuso dai delegati Caritas, con dati aggiornati al 31 gennaio 2012.
Il numero più alto di apparecchi raccolti lo troviamo a Oggiono, dove in poco più di quattro anni sono stati conferiti nei contenitori Caritas (presenti in chiesa, all'istituto Bachelet, a Imberido, ai centri Tim e Vodafone), ben 1744 cellulari.
A seguire troviamo Galbiate dove, grazie all'iniziativa sostenuta nelle parrocchie delle frazioni, in municipio e negli esercizi pubblici, è stato possibile raccogliere 662 telefonini. Si sono dimostrati particolarmente generosi anche i fedeli della parrocchia di Dolzago che, seppur piccola, è riuscita a sostenere al massimo l'iniziativa con 591 cellulari conferiti nei contenitori Donaphone.
A seguire troviamo Molteno con 357 telefoni conferiti al centro Tim e in municipio. Quest'ultimo rappresenta il caso più ''virtuoso'' dell'ultimo anno, se si considera che nel 2011 sono stati ben 241 i cellulari depositati nei contenitori, contro i 115 di Oggiono, i 108 di Dolzago e i 39 di Galbiate.
Ricordiamo che la proposta arriva dalla Caritas, che un paio di anni fa ha lanciato l'iniziativa per il riciclaggio e il riutilizzo dei vecchi cellulari denominata: "DONAPHONE il telefonino solidale". La proposta, dal forte contenuto ambientale, ha uno scopo sociale: sta infatti contribuendo a finanziare una casa per donne con bambini in difficoltà e darà lavoro a soggetti svantaggiati. Da gennaio 2011 ad oggi sono state accolte 7 mamme e 10 bambini.
I cellulari, al pari degli indumenti, sono gli accessori che vengono sostituiti con maggiore frequenza. La stragrande maggioranza diventa rifiuto di difficile smaltimento. Gli apparecchi saranno ricommercializzati o opportunamente lavorati per ottimizzare il recupero dei materiali.
Nessuna compagnia telefonica provvede infatti allo smaltimento dei telefoni cellulari usati, di cui l'Italia è al vertice delle classifiche mondiali per quanto riguarda la diffusione, con 1,34 apparecchi per abitante.

Ecco i dati suddivisi per parrocchie:

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco