Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.370.896
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 02 aprile 2012 alle 17:12

Bevera: la comunità dei padri missionari accoglie Padre Peter dal Kenya

Padre Peter Njoroge
Dal alcuni mesi la Comunità dei Missionari della Consolata di Bevera si è arricchita della presenza di un nuovo religioso. Si tratta di Padre Peter Njoroge, nativo del Kenya, che a novembre ha fatto il suo ingresso nella casa di via Romitaggio dopo essere essere stato dieci anni a Seul, in Corea del Sud. Il suo compito in missione era quello di favorire il dialogo interreligioso in un paese dove il cristianesimo è marginale rispetto alle altre religioni. L'opera principale che il padre missionario ha realizzato in Corea è stato il "Centro di Consolazione", un luogo di spiritualità aperto a tutti.
Un contributo importante quello che Padre Peter darà alla comunità di Bevera, che dal mese di settembre è guidata da Padre Gianni Treglia.
Attualmente sono cinque i padri missionari che vivono nella casa di via Romitaggio: Padre Gianni Treglia, Padre Giuseppe Sesana, Padre Mario Viscardi, Padre Tiziano Viscardi e Padre Peter Njoroge. Qui, oltre ad organizzare attività di animazione missionaria, i religiosi dedicano il loro tempo all'accoglienza di stranieri. In questo sono aiutati dall'associazione Namaste, la quale organizza corsi di italiano ed altre attività volte all'integrazione.
I missionari collaborano anche con la Bottega del Mondo Karibuny, che si occupa del commercio equo e solidale e della cooperazione internazionale.
Prezioso è anche il contributo della Comunità di laici missionari, della quale fanno parte numerose famiglie che hanno vissuto un'esperienza missionaria e che continuano ad aiutare i padri della Consolata.
Ultima ma non meno importante è la Rete GAS "La Stadera". Si tratta di Gruppi di Acquisto Solidale che si sono formati nel 2001 da un gruppo di soci, clienti ed amici di Karibuny. Questi raggruppano circa 200 famiglie che portano avanti acquisti collettivi di prodotti locali e non solo.
Quella di Bevera è dunque una comunità a 360 gradi, il cui contributo è fondamentale non solo per gli immigrati in difficoltà ma anche per tutto il territorio in quanto rende possibile il dialogo e lo scambio fra diverse culture ed esperienze di vita.
S.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco