Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.869.930
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 03 aprile 2012 alle 18:37

Ello: Pensiero e Azione, i nomi di tutti i candidati con Ardagna

Alla scadenza dei termini per le presentazioni delle liste elettorale, la maggioranza uscente di "Pensiero e Azione" ha
Vittorio Ardagna
ufficializzato la candidatura a sindaco di Vittorio Ardagna.
Già candidato di lista nelle passate elezioni del 2009, consigliere comunale di maggioranza sino al febbraio 2012, Ardagna sarà chiamato a sfidare il sindaco uscente Elena Zambetti da lui stesso sostenuta alle tornate elettorali del 2009 insieme all'intero gruppo di Pensiero e Azione.
Della "squadra" del candidato Ardagna fanno parte diversi esponenti della passata amministrazione (Roberta Palladino, Alice Castelnuovo, Giuseppe Negri e l'ex vicesindaco Virginio Colombo), oltre ai due nomi nuovi di Lorenzo Panzeri e Paola Giorgetta.
Chiari e precisi i primi obiettivi della lista, illustrati dal portavoce di Pensiero e Azione Ambrogio Riva: "per prima cosa puntiamo a tutelare il nostro territorio. In 10 anni di amministrazione abbiamo ottenuto, unici in Provincia di Lecco e tra i pochi in Italia, la certificazione Emas che testimonia il nostro impegno profuso nei confronti della qualità dell'ambiente.
Una tutela che sarà estesa all'interno del Piano di Governo del Territorio rimasto "in sospeso" dalla passata amministrazione. Il nostro scopo è quello di vincolare le aree verdi, proteggere le zone "vergini" di Ello esigendone l'assoluta inedificabilità. Uno dei beni più preziosi del nostro paese è infatti il verde e una volta intaccato non è più possibile tornare indietro.
Un occhio di riguardo sarà prestato alla vita della nostra comunità, con grande attenzione per il settore sociale e le fasce deboli. Saremo vicini alle scuole e ai nostri ragazzi, in modo che possano avere a disposizione attività da svolgere in paese. Guardiamo infine con estremo favore al Plis del Monte di Brianza, un territorio che deve rimanere nostro e come tale ci sentiamo in obbligo di difendere. È essenziale per proteggere la nostra montagna che tutti i Comuni dell'area restino uniti e compatti, evitando di creare divisioni e appoggiando quei paesi che già si sono mossi approvando un protocollo di intesa".
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco