• Sei il visitatore n° 339.877.560
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 06 aprile 2012 alle 15:24

Rogeno: via libera al restauro della stazione, 57000 € per ridare dignità all'edificio di RFI

Sono stati assegnati nei giorni scorsi a un’impresa valsassinese i lavori di riqualificazione della stazione di Casletto, da tempo nel “mirino” dell’amministrazione locale che ne ricaverà all’interno le nuove sedi delle associazioni comunali, oltre a nuovi accoglienti spazi da mettere a disposizione dei viaggiatori lungo la linea Como – Lecco.


Un investimento ingente per il piccolo comune oggionese destinato però a soddisfare una duplice esigenza: rilanciare dopo anni di degrado e abbandono la stazione locale, dando slancio al turismo dei laghi grazie anche alla realizzazione di una “stazione a velo” per il noleggio delle biciclette e garantire una sede stabile alle diverse associazioni culturali, sociali e assistenziali operanti in paese.
Un progetto reso possibile dall’accordo di comodato d’uso firmato dall’amministrazione comunale con RFI, società proprietaria dello stabile che per i prossimi 18 anni “presterà” l’intera stazione alla comunità per finalità pubbliche in cambio della manutenzione ordinaria degli spazi.

rogeno.jpg

Il progetto approvato prevede lo stanziamento di 57.928,17 euro, comprensivi i iva e oneri di sicurezza, destinati alla sistemazione dei locali interni e al restyling generale degli esterni. Al termine dell’intervento i locali del primo piano ospiteranno le associazioni del paese, mentre accanto alla sala di aspetto – recentemente risistemata dall’amministrazione comunale – troverà alloggio la prima “stazione a velo” della zona, in grado di fornire un noleggio di biciclette ai viaggiatori provenienti dalla tratta ferroviaria e desiderosi di visitare il circondario adottando una mobilità “dolce” e sostenibile, sfruttando i recenti tracciati ciclopedonali che collegano il paese a Bosisio Parini e alla Ciclovia dei Laghi.

http://www.casateonline.it/public/pub_immagini/archivio/2009/Novembre/Rogeno/rogeno7.jpg

“Impiegare tutti questi soldi dei cittadini per un edificio che non appartiene al Comune può sembrare un assurdo, ma ragionandoci sopra si capisce che sono fondi ben spesi – ha commentato il sindaco Antonio Martone – da tempo abbiamo deciso di prendere in comodato d’uso da Rfi l’intera stazione per avviare questo progetto. Con lo stanziamento di questi fondi troveremo una sede per le nostre associazioni, garantiremo un presidio continuo allo stabile scoraggiando le azioni dei “malintenzionati” che di tanto in tanto lo frequentano, daremo vita al progetto di stazione delle biciclette dal quale, fra l’altro, dipende il finanziamento regionale finalizzato alla mobilità ciclopedonale e ai tracciati in progetto verso Bosisio.
Oltretutto l’utilizzo della struttura durerà 18 anni, ben oltre i 10 che ci serviranno per pagare il mutuo dell’investimento iniziale”.


 

la stazione di Casletto ieri e oggi

A lavori ultimati alle associazioni sarà riservato il primo piano della stazione, delegando alle stesse le attività di manutenzione delle aree di proprietà delle ferrovie. Un “patto” non oneroso che avrà la durata di 9 anni più altri 9 di rinnovo senza costi vivi per le parti.
A beneficiare dei lavori sarà soprattutto l’aspetto estetico della stazione, che verrà restituito alla sua veste originale come testimoniato da documenti e dal dipinto “storico” in possesso del sindaco che mostra la stazione di Casletto nel suo “vecchio” aspetto ormai dimenticato, frutto di un epoca in cui l’incuria, il degrado e l’inciviltà di molti cittadini erano concetti lontani dalla realtà di questo piccolo borgo oggionese.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco