• Sei il visitatore n° 332.818.904
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 05 luglio 2012 alle 15:48

Rogeno: prosegue la campagna di adozione delle aree comunali

Parchi, aiuole, incroci stradali, rotonde, sentieri, parcheggi, ponti, strade vicinali, boschi: non c’è limite alla fantasia degli abitanti di Rogeno da quando, circa un anno fa, l’amministrazione guidata da Antonio Martone ha lanciato la campagna “adotta un’area di proprietà comunale”.
A 12 mesi dal lancio dell’iniziativa sono decine le aree pubbliche adottate da cittadini, aziende e associazioni del territorio, scampoli di paese un tempo trascurati e quasi abbandonati per mancanza di risorse o personale oggi restituiti a nuovo.
Recentemente la giunta locale ha infatti approvato il documento per la disciplina di queste adozioni, individuando i criteri e istituendo una commissione giudicatrice destinata ad accogliere o rigettare le richieste avanzate dai privati.
Fra le ultime adozioni approvate dalla commissione figurano quella del parco delle Capriate in via don Minzoni (adottato dai cittadini del Comitato per la tutela della salute e la salvaguardia del territorio di Rogeno), il parcheggio di piazza San Marco a Casletto (a cura della gelateria Josè), le strade vicinali “dei Vilader” e “della vigna” (a cavallo della ferrovia Como – Lecco, a cura del gruppo AIDO), il Ponte di Spino (Gruppo Cacciatori Rogeno), i parchi giochi adottati e sistemati dalla Protezione Civile in via Piave e Nazario Sauro.
Unico limite alla fantasia dei cittadini, la proprietà pubblica delle aree in questione. La commissione preposta in diversi casi si è infatti vista costretta a rigettare le proposte avanzate proprio a causa della natura privata di terreni e aiuole, non potendo logicamente dare in adozione terreni di proprietà di terzi.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco