Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.861.224
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 10 luglio 2012 alle 16:55

Dolzago: una chiesa gremita per l'ultimo saluto a don Lindo, indimenticato parroco

Tantissima gente si è riunita questa mattina nella chiesa parrocchiale di Dolzago per tributare l'ultimo saluto a don Rosalindo Fassi, da tutti affettuosamente conosciuto come don Lindo, storico prevosto amato e benvoluto, per 53 anni presenza fissa in paese. Il sacerdote si è infatti spento nella giornata di sabato, all'età di 92 anni lasciando un profondo vuoto in tutti coloro che in questi anni lo hanno conosciuto.

Alcune immagini delle esequie funebri

E tantissime persone hanno deciso di riunirsi questa mattina alle 10.30 nella chiesa di Santa Maria Assunta in occasione delle esequie funebri celebrate dal vescovo Monsignor Angelo Mascheroni: il sindaco di Dolzago Adelio Isella e i membri dell'amministrazione comunale, il Gruppo Alpini che ha preso parte alla cerimonia con il cappello e gli stendardi dell'associazione, il gruppo di Protezione Civile e tutti i sodalizi locali, i familiari e soprattutto i numerosissimi parrocchiani al sacerdote profondamente legati. Del resto quella di don Lindo a Dolzago è stata una presenza costante e duratura che ha lasciato una traccia indelebile nella comunità.

Nato a Magnago, nel milanese, il religioso è stato infatti ordinato nel 1945, e dopo una breve esperienza a Bulciago, nel 1959 è approdato in paese, dove ha continuato a guidare la parrocchia fino al 2009, momento in cui decise di rimettere il mandato ma di restare a Dolzago in qualità di decano fino al momento della malattia e al ricovero presso la Casa del Cieco di Civate dove ha trascorso gli ultimi giorni di vita.

Ma i saluti a don Lindo sono giunti anche da lontano, dal Cardinale Angelo Scola, che ha espresso in una missiva "vivo dolore e cordoglio": "E' questa l'occasione per ringraziare un'ultima volta don Lindo per la sua risposta alla chiamata del Signore" ha scritto il religioso "lo affidiamo al Padre Celeste chiedendogli di continuare a vegliare su di noi".
Commosso anche l'addio di don Bruno, attualmente in missione in Africa, che ha voluto ringraziare il religioso "per l'accoglienza quando da Brumano sono arrivato a Dolzago come seminarista".

A presiedere la cerimonia come dicevamo è stato il vescovo Monsignor Angelo Mascheroni: "Questa chiesa oggi gremita di gente testimonia la stima, la gratitudine e l'affetto nei confronti di don Lindo". Accanto a lui anche il nuovo vicario episcopale Monsignor Maurizio Rolla e il parroco di Dolzago don Giorgio Salati: "Vorrei ringraziare anche a nome dei familiari la signora Eugenia che per 6 anni si è presa cura di don Lindo, il medico curante dott. Crippa, di tutti coloro che si sono presi cura di lui e della sua casa, in particolare il personale della Casa del Cieco. Ora mi trovo a dover raccogliere questa eredità, mi sentirò un po' orfano ma so che voi sarete con me".

A esprimere un ultimo commosso saluto al sacerdote anche il sindaco di Dolzago Adelio Isella: "A nome dell'amministrazione comunale e di tutta la popolazione vorrei salutare don Lindo e ringraziarlo per il lungo periodo trascorso a Dolzago, per essere stato capace di ascoltare sempre tutti, per la generosità sempre dimostrata quando bussavano alla sua porta, anche per chiedere aiuti economici, per il segnale di apertura impresso all'oratorio. Proverbiali erano le sue frasi, come quando diceva che non voleva veder crescere i ragazzi come 'tomates vestiti a festa'. Ha sempre dimostrato un carattere forte e sicuro nel voler raggiungere gli obiettivi, attento alla vita concreta ma senza perdere di vista l'uomo, sensibile ai problemi della gente. Ciao don Lindo, a te va il mio grazie e quello di tutti i cittadini di Dolzago".

Immancabile inoltre l'addio del Gruppo Alpini, al religioso profondamente legato: "Per 47 anni sei stato il nostro parroco e il cappellano del nostro gruppo. Nelle tante iniziative eri sempre in mezzo a noi. I tuoi alpini non ti dimenticheranno mai. Arrivederci don Lindo".
Al termine delle esequie funebri la salma del sacerdote è quindi stata tumulata temporaneamente nel cimitero locale in attesa di essere traslata nella cappella dei sacerdoti una volta che questa verrà realizzata.

Articoli correlati:
09.07.2012 - Dolzago: cordoglio per la scomparsa di don Lindo Fassi, per 53 anni parroco del paese
M.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco