• Sei il visitatore n° 345.646.970
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 14 luglio 2012 alle 06:02

Molteno: monumento del 150°,un lettore ne segnala la 'sparizione'

A nove mesi dalla posa il monumento all’unità d’Italia è in manutenzione perché… arrugginito. Sarà la Tour Eiffel di Molteno?

Da qualche giorno è sparito il monumento dell’unità nazionale dal suo piedistallo di piazza risorgimento a Molteno.

Rubato? Rotolato via?
Macchè. A un anno, o meglio a nove mesi dalla posa è già in restauro. Perché si è arrugginito.
Anche la torre Eiffel di Parigi ogni anno si arrugginisce e necessita di manutenzioni per centinaia di migliaia di euro.
Anche a Molteno ogni anno dovremo restaurare questo mappamondo artistico con i soldi dei contribuenti?

Lettera firmata

Era la mattina del 1° ottobre 2011 quando un corteo di autorità, cittadini e gli studenti delle scuole locali si accingeva a scoprire il monumento dedicato ai 150 anni di Unità nazionale.
Un’opera artistica fortemente voluta dall’amministrazione locale per lasciare un segno alle generazioni a venire di questo importante anniversario, vissuto dal nord al sud del Paese con grande entusiasmo e partecipazione da tutti gli italiani.
Per scegliere l’opera maggiormente rappresentativa la commissione biblioteca moltenese aveva indetto addirittura un concorso, vinto dalle classi terse dell’anno scolastico 2010/2011 delle scuole medie Alessandro Volta.



Il vuoto lasciato dal monumento nella piazza

Ora, a nove mesi abbondanti dall’inaugurazione, la scultura con l’effige dello Stivale racchiuso da un mappamondo risulta essere effettivamente mancante dal suo piedistallo di piazza Risorgimento.

“È stata momentaneamente spostata in attesa dei lavori di manutenzione – ha puntualizzato il vicesindaco Giuseppe Chiarella – non sappiamo ancora come mai in così poco tempo le parti in ferro risultino arrugginite. L’autore esaminerà l’opera e provvederà agli interventi del caso. Ad ogni modo non si tratterà di lavori economicamente ingenti e per le casse comunali non sono previsti esborsi”.

Il monumento durante la cerimonia di inaugurazione

Nessun particolare problema dunque per questa originale opera, che potrebbe presto tornare a occupare la sua posizione al centro della piazza del paese.
Il monumento, lo ricordiamo, trae ispirazione dalla forma della nostra nazione, plasmata in terracotta e decorata con le impronte lasciate dai ragazzi della scuola, simbolo di quell’unità che i giovani d’oggi sono chiamati a dover realizzare.

La collocazione dello Stivale al centro di un mappamondo simboleggia invece il concetto di Italia quale centro di scambi, di comunicazione e di attività commerciali con il mondo, in un futuro senza barriere o frontiere tra i popoli, il tutto sotto il vessillo Tricolore che domina l’installazione
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco