Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.871.215
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 18 luglio 2012 alle 16:10

Dolzago: un successo la gita notturna dedicata ai pipistrelli

Ha avuto grande successo l'uscita notturna dedicata ai pipistrelli del Monte di Brianza, organizzata dal Comitato Parco Locale del Monte di Brianza. Con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Dolzago e la collaborazione della locale sezione di Protezione Civile, sabato 14 Luglio, circa 120 persone, tra cui moltissimi i bambini, sfidando un cielo che non prometteva nulla di buono, hanno potuto "saperne di più" su questi affascinanti, quanto misteriosi animali.



Contributo fotografico di Sandro Maggioni

Infatti, condotti dall'esperto di chirotteri Felice Farina, lungo il percorso che tocca l'antico borgo di Cogoredo, il suo laghetto e altri ambienti di campagna e di bosco attorno a Dolzago, sono state contattate diverse specie di pipistrelli tipiche di questi ambienti.  Molto affascinati i bambini dalle apparecchiature tecnologiche che hanno permesso di "sentire" gli animali durante le varie fasi della caccia e in altri momenti della loro vita notturna. Infatti, quasi come degli "acchiappafantasmi", il Bat-detector ha consentito proprio di "acchiappare al volo" gli ultrasuoni prodotti da questi animali.  


Le rigorose, quanto appassionate spiegazioni dell'esperto hanno completato il quadro di una serata, già di per se magica, perché oltre ai piccoli e utili amici alati resta l'atmosfera e la magia di una passeggiata notturna nel bosco e tra i campi. Impressioni lasciate da una sorta di processione laica animata da decine di piccole luci nell'oscurità e da intere famiglie in trasferta. Tutte insieme appassionatamente. 


Resta la piacevole sensazione che, malgrado un ambiente fortemente compromesso dall'uomo, questo riesca ancora a proporre e a produrre emergenze faunistiche così preziose per l'intero ecosistema. Nulla è ancora perduto ma ciò che rimane sarà meglio preservarlo.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco