Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 303.963.301
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 18 luglio 2012 alle 16:39

Suoni mobili prosegue il suo tour musicale sul territorio

All’interno della stagione 2012 di SUONI MOBILI vengono organizzati dei cicli di concerti che ruotano attorno a generi, stili od organizzazioni strumentali più o meno omogenee.
 
Il ciclo SUONI NOMADI inizia con il concerto di Paolo Angeli e Takumi Fukushima, tra rock d’avanguardia e sperimentazione, a Barzago (LC) il 14 luglio. Segue Fabien Guyot a Sirtori (LC) il 15 con un’esibizione per percussioni iraniane, maghrebine e di ogni genere. Terzo appuntamento del ciclo quello con il cantante/violinista mongolo Dandarvaanchig Enkhjargal a Bulciago (LC). Si ritroveranno poi sul palco assieme per l’esibizione del loro acclamato power-trio Violons Barbares in uno spumeggiante concerto “barbar-rock” a Casatenovo (LC) il 20 luglio. Chiude il ciclo "nomade" il chitarrista ungherese Ferenc Snétberger in un recital di chitarra contemporanea, tra musica rom, flamenco e Brasile a Barzanò (LC) il 21 luglio.
 
domenica 15 luglio ore 21.00
SUONI NOMADI / 1_Paolo Angeli e Takumi Fukushima (Italia/Giappone)
Barzago (LC), Giardino di Villa Colombo, presso Pasticceria Carillon, via per Bulciago, 2
Paolo Angeli: chitarra sarda preparata
Takumi Fukushima: voce e violino
 
Nuovo progetto del chitarrista Paolo Angeli in duo con la violinista giapponese Takumi Fukushima. Canzoni, musica improvvisata e rumore. Mescolanze di antiche radici culturali, rock d’avanguardia e sperimentazioni ereditate da precedenti militanze come quella negli After Dinner, ensemble nipponico tra i più interessanti degli ultimi anni o dai celebrati duetti di Paolo assieme a dei giganti della musica creativa del calibro di Hamid Drake, Fred Frith, Jon Rose ed Evan Parker.
 
martedì 17 luglio ore 20.00-22.00
SUONI NOMADI /2_Fabien Guyot (Francia)
Sirtori (LC), Villa Patrizia, via Resegone
Fabien Guyot: percussioni di ogni tipo
 
Percussionista contemporaneo di formazione classica, Fabien Guyot ha scoperto il mondo delle percussioni iraniane e maghrebine, allargando così notevolmente i confini della propria strumentazione, il cui set è andato via via ingigantendosi. Membro dell’ormai famoso trio etno-rock Violons Barbares, farà vibrare aria ed emozioni attorno ai suoi mondi ritmici che si mescolano senza discontinuità.
 
mercoledì 18 luglio ore 21.30
SUONI NOMADI / 3_Dandarvaanchig Enkhjargal (Mongolia)
Bulciago (LC), Santuario dei morti dell’Avello, località Morti dell’Avello a Bulciaghetto
Dandarvaanchig Enkhjargal: morin khuur (violino verticale mongolo) e canto diplofonico
 
Epi, questo il soprannome di questo fantasmagorico cantante e musicista mongolo, regala un’esperienza musicale stupefacente, un viaggio lungo migliaia di chilometri nel breve spazio di un concerto. Cresciuto in mezzo alla tundra, si è successivamente specializzato al Conservatorio di Ulan Bator, dimostrando doti davvero eccezionali sia nel morin khuur (il violino verticale mongolo), sia nel canto tradizionale. L’unione dei due suoni genera una perfetta voce primigenia per il terzo millennio.
 
venerdì 20 luglio ore 21.30
SUONI NOMADI / 4_Violon Barbares trio (Mongolia/Francia/Bulgaria)
Casatenovo (LC), Villa Facchi, via Castelbarco, 7
Violons Barbares (Dandarvaanchig Enkhjargal: morin khuur, canto diplofonico - Dimitar Gougov: gadulka, voce - Fabien Guyot: percussioni di ogni tipo, canto)
 
Tre musicisti che hanno fatto proprie le tradizioni e il bagaglio culturale del loro paese d’origine, ma che al tempo stesso sono cittadini di un mondo da cui hanno assorbito e metabolizzato ogni genere di sollecitazione. Un power-trio che contamina i linguaggi con una forza inaudita, esprime le emozioni e le contraddizioni del pianeta in una musica che arriva diretta al cuore. Dalle steppe dell’Asia a Jimi Hendrix.
 
sabato 21 luglio ore 21.30
SUONI NOMADI / 5_Ferenc Snétberger (Ungheria/Germania)
Barzanò (LC), Canonica di S. Salvatore via Castello, 1
Ferenc Snétberger: chitarra
 
Chitarrista e compositore ungherese con formazione classica e jazz, Ferenc Snétberger è oggi un musicista che varca i generi musicali attraverso un uso iperbolico e disinvolto dell’improvvisazione, a cavallo di musiche di appartenenza, come quella Rom, o acquisiste attraverso la pratica, come la musica brasiliana e il flamenco. Un recital che è un libro aperto sulla chitarra contemporanea.
 
Nel cartellone di SUONI MOBILI farà poi seguito il doppio omaggio al compositore John Cage, nel doppio annirversario che ricorre nel 2012 con l'appuntamento A YEAR FOR CAGE in programma a Sirtori il 24 luglio, insieme al chitarrista polacco Rafael Roginski.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco