• Sei il visitatore n° 332.447.913
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 31 luglio 2012 alle 16:55

Castello B: pronta a partire per le olimpiadi Elena Bonfanti. Correrà i 200 mt individuali

Elena Bonfanti
Dal 29 luglio si trova in ritiro a Formia insieme alle altre cinque ragazze che prenderanno parte con lei a questa fantastica avventura: Libania Grenot, Giulia Arcioni, Chiara Bazzoni, Manuela Gentili e Maria Enrica Spacca. Con loro partirà il prossimo 6 agosto alla volta di Londra (ad eccezione della Grenot che varcherà prima il villaggio olimpico, per partecipare ai 200 metri individuali).
Tra le convocate per le Olimpiadi di Londra 2012 c'è anche lei, Elena Bonfanti - atleta della Colombo Costruzioni Lecco, classe 1988, residente a Castello Brianza e studentessa di Medicina e Chirurgia presso l'Università Bicocca. Farà parte del sestetto della 4x400 da cui usciranno le quattro 'runner' che parteciperanno alla gara.
Le batterie per la staffetta 4x400 femminile si svolgeranno la sera del 10 agosto, le finali invece, il giorno seguente.
Una notizia giunta al termine di quello che per lei è stato un vero e proprio giorno indimenticabile, lo scorso 8 luglio, dopo i campionati assoluti italiani dai quali stava tornando con in tasca l'argento dei 400 metri: "Quel giorno per me è stato un momento indescrivibile" racconta. "Ero già felice per l'esito della mia gara nella quale ero riuscita a superare il mio record personale e quella sera stessa sono uscite le convocazioni per le Olimpiadi e c'era anche il mio nome. Una giornata che non scorderò mai".
Una notizia che sembra più il coronamento di un sogno che per ora sembra avere ancora i contorni sfumati: "Sono emozionata e contenta di come è iniziata questa esperienza. Ma per ora ci stiamo ancora allenando in un campo Coni, credo che realizzerò realmente quanto sta avvenendo una volta che avrò varcato il villaggio olimpico".
Del resto quella di Elena per l'atletica è una passione portata avanti da quando aveva 12 anni: "Lo sport per me è stato soprattutto un'occasione per vivere tante esperienze, stringere nuove amicizie, stare bene e mantenersi in forma ma innanzitutto mettersi alla prova".
Certo di soddisfazioni ce ne sono state tante, così come di gare importanti, ma ora sembra tutto diverso: "Rispetto alle altre gare le Olimpiadi sono molto più sentite, coinvolgono di più le persone e sono tanti coloro che mi chiamano e mi dicono che quel giorno saranno con me e terranno gli occhi incollati allo schermo". Tutta questa attenzione ti mette tensione? "Per ora no" risponde con un sorriso "vedo il lato positivo, mi fa sentire sostenuta e incoraggiata".
M.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco