Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.608.881
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 05 settembre 2012 alle 15:35

Castello, Pgt: nuova viabilità per deviare il traffico e un'area commerciale di 25mila mq

Un potenziamento del sistema viabilistico attraverso arterie alternative in grado di convogliare il traffico, soprattutto pesante, fuori dal centro abitato e la realizzazione di un polo culturale, sportivo e ambientale di circa 100 mila mq in località Prestabbio. Sono queste le due novità di rilievo che andranno a modificare significativamente il volto del paese inserite nel Piano di Governo del Territorio recentemente adottato dal comune di Castello Brianza.

Tra gli obiettivi strategici che hanno guidato l'ente nella redazione del documento figurano uno sviluppo "morbido" del paese, con un limitato aumento in termini demografici, e il massimo contenimento possibile del consumo di nuovo suolo, con incentivi per il recupero dell'esistente anche in termine di premi volumetrici a patto di un impiego di energie alternative e di strutture a basso consumo energetico. Più "salati" saranno invece gli ambiti di trasformazione.
Per quanto riguarda questi ultimi, il nuovo strumento prevederà da parte del privato dotazioni a standard urbanistici seguendo il principio della perequazione. E la scelta del comune di Castello è stata quella di concentrare tutti i nuovi servizi in un'unica area strategica di circa 100 mila mq situata in località Prestabbio, nei pressi dell'area feste. 

Centralità è stata inoltre data alla viabilità, con un potenziamento complessivo della rete esistente. In particolare è prevista la realizzazione di una strada alternativa e parallela alla provinciale via Dante. Un'idea già introdotta una decina di anni fa dal vecchio piano regolatore e inserita in modo definitivo nel Pgt che sarà destinata a servire soprattutto i nuovi ambiti di trasformazione previsti nella zona. In aggiunta una nuova arteria dal PIP costituirà un percorso alternativo per i mezzi pesanti e una nuova strada da Prestabbio eviterà il passaggio nella strettoia attualmente presente in località Cascinette. Ancora in stand-by invece sembrerebbe la realizzazione della nuova tangenzialina di via Valmara. 
Lungo le nuove arterie sorgeranno nuovi edifici, a scopo prevalentemente residenziale. Ma venendo ora nello specifico agli ambiti di trasformazione, 20 sono quelli previsti. Di questi 13 saranno a prevalente destinazione residenziale per un totale di 92 mila 225 mq di superficie e un aumento di abitanti teorici pari a 388 unità per un totale di circa 155 nuclei familiari. Per quanto riguarda invece i comparti produttivi due sono gli interventi di rilievo: il primo riguarda ilcompletamento dell'area inclusa tra via Dante e le aree oggetto di nuova previsione residenziale che si sviluppano lungo la viabilità di nuova realizzazione e il secondo, di maggiore impatto, situato lungo via Allamano e lungo la SP51 in direzione Sirone. Proprio qui infatti sono situati tre ambiti di trasformazione a scopo commerciale/artigianale (AT 12) che interesseranno una superficie complessiva di circa 25 mila mq. Cinque infine gli ambiti a prevalente destinazione produttiva/artigianale situati prevalentemente in zone industriali per un totale di 60 mila 365 mq di superficie.
Ma vediamo ora in dettaglio gli ambiti di trasformazione previsti.

Ambiti di trasformazione a prevalente destinazione residenziale

AT 1 - area retrostante via dei ciclamini
Si tratta di un ambito di completamento residenziale di un'area posta a margine dell'edificazione esistente in una zona a bassa densità edilizia. Prevista la realizzazione di corpi di fabbrica con non più di due piani fuori terra a scopo residenziale. La superficie complessiva interessata è pari a 9 mila 615 mq, di cui lordi di pavimento 3 mila 365 mq.

AT 2a e 2b - via Papa Giovanni XXIII
Si tratta di un'area complessiva di circa 28 mila mq, di cui circa 10 mila mq coperti. Obiettivo del progetto è la riconversione dell'area produttiva esistente in una zona residenziale/terziaria, finalizzata alla riqualificazione urbana con funzioni compatibili con il contesto circostante. L'intervento si inserisce nel più ampio disegno del piano finalizzato allo spostamento di tutte le aree produttive incompatibili con il centro urbano nella zona industriale a margine del paese. Il progetto dovrà prevedere una viabilità interna di collegamento, posti auto ad uso pubblico e parchi a verde.

 

AT 3 - via Cacciatori
Obiettivo dell'intervento è la riconversione dell'area produttiva attualmente esistente in zona residenziale/terziaria finalizzata a una riqualificazione urbana dell'ambito compatibile con il contesto. L'area occupa una superficie di circa 5 mila mq, dei quali coperti circa 2mila e sarà adibita a funzione residenziale.

AT 3

AT 4 e AT 5- nei pressi di via Cacciatori
Gli ambiti di trasformazione 4 e 5 sono due degli interventi di completamento residenziale di un'area posta a margine dell'edificazione esistente strettamente legati alla realizzazione della nuova viabilità. Gli interventi si inseriscono infatti in un più ampio disegno finalizzato alla realizzazione di una rete di percorsi destinati a spostare il traffico dalla SP52 alla nuova rete viaria in progetto che passerà alle spalle degli ambiti.

AT 4

 

Le prescrizioni per le nuove edificazioni riguardano tanto il contenimento dell'altezza quanto la localizzazione che dovrà essere posizionata a non meno di 10 metri di distanza dalla nuova arteria.
L'intervento dovrà inoltre contribuire alla realizzazione di un percorso viario per collegare la SP51 con il comune di Rovagnate (da via Lecco a via Valmara) evitando di attraversare il centro cittadino di Castello.

AT 5

 

AT 6 - via Dante
Obiettivo dell'intervento è la riconversione di un'area produttiva in residenziale, anch'essa inserita nel più ampio disegno del piano finalizzato allo spostamento delle aree produttive incompatibili con la centralità urbana in zone industriali periferiche.

 

AT 7 - AT 8 e AT 9
Come nel caso degli AT4 e AT5 entrambi questi ambiti di trasformazione hanno come obiettivo il completamento residenziale a margine dell'edificazione esistente legato alla realizzazione della nuova rete viaria destinata a convogliare il traffico che attualmente transita lungo la SP52. La destinazione d'uso è costituita da "residenza rada" situata ad almeno 10 metri di distanza dall'arteria. Anche in questo caso l'intervento dovrà contribuire alla realizzazione di un nuovo percorso per collegare la SP51 con Rovagnate evitando il centro di Castello.

AT 7

AT 8

AT 9


AT 10 nei pressi del complesso residenziale via Montello

Si tratta di un'area di completamento residenziale di un'area posta a margine dell'edificato esistente e in zona a bassa densità edilizia con corpi di fabbrica con meno di tre piani fuori terra. La destinazione d'uso principale è costituita dalla residenza rada di completamento. Il rilascio delle concessioni edilizie sarà tuttavia subordinato alla fattibilità geologica e all'eventuale messa in sicurezza del versante retrostante.


AT 13a nei pressi di via Vincenzo Monti
Area di completamento residenziale di un'area posta a margine dell'edificazione esistente in zona a bassa densità edilizia con corpi di fabbrica con meno di tre piani fuori terra.

AT 13b area verde situata lungo via del Pascolo
Anche in questo caso si tratta di un'area di completamento residenziale di un'area posta a margine dell'edificazione esistente in zona a bassa densità edilizia con corpi di fabbrica con meno di tre piani fuori terra.

Ambiti di trasformazione a prevalente destinazione commerciale

AT 11 lungo via Dante
Anche quest'ambito di trasformazione è legato alla nuova viabilità in progetto. Obiettivo è il completamento dell'area inclusa tra via Dante e le aree oggetto della nuova previsione residenziale (AT9) che si sviluppano lungo la viabilità di nuova realizzazione. La destinazione d'uso principale è quella commerciale/di servizio con superficie massima di vendita pari a 1500 mq. L'intervento dovrà prestare particolare attenzione alla dotazione di spazi ad uso pubblico e di accesso all'area. Contestualmente alla realizzazione dell'intervento dovrà essere realizzato il parcheggio pubblico in fregio a via Dante.

AT 12a - AT 12b - AT 12c via Allamano e SP51 (Moiacchina)
L'intervento è uno dei più rilevanti dal punto di vista delle dimensioni e riguarda un'area complessiva di circa 25 mila mq di superficie (altezza massima prevista 12 metri) che saranno destinati a scopo commerciale. Obiettivo di questi tre ambiti di trasformazione è il completamento dell'area inclusa tra i comparti produttivi ubicati lungo la SP51 e lungo via Allamano in direzione Sirone in corrispondenza della rotatoria d'ingresso al centro cittadino. Previsto il reperimento di aree standard destinate principalmente ad uso parcheggio all'interno del lotto o facoltativamente nell'area adiacente lungo via Allamano tramite perequazione.


Venendo al dettaglio dei singoli ambiti, l'AT 12a occupa una superficie pari a 5 mila 820 mq di cui 2 mila 910 a pavimento. La destinazione d'uso principale è quella commerciale con superficie di vendita di massimo 1500 mq. L'AT12 b invece occuperà un'area di 13 mila 140 mq di cui 6 mila 570 coperti, la destinazione d'uso principale è quella artigianale, di deposito o eventualmente commerciale all'ingrosso con superficie di vendita di massimo 250 mq. Infine l'AT 12c, pari a 4 mila 580 mq di superficie di cui 2 mila 290 coperti, avrà destinazione d'uso principalmente artigianale.

Ambiti di trasformazione a prevalente destinazione produttiva

AT 13 c (area verde in via del Pascolo) - AT 15 (dietro il complesso di via del Pascolo) e AT 14 situato dietro il complesso in prossimità di via delle Fornaci
Anche in questo caso gli ambiti sono inseriti nel più ampio disegno del piano finalizzato alla realizzazione di un polo produttivo ben delimitato ed esterno al centro cittadino nonché alla realizzazione di una nuova bretella viaria che svolge la funzione di spostare la mobilità veicolare dalla SP52 e di agevolare il collegamento tra la SP51 e il comune di Rovagnate.

AT 13c

AT 15

AT 14

 

M.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco