Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.831.379
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 07 novembre 2012 alle 18:32

Riorganizzazione consultori Asl, la parola al Consiglio dei Sindaci

Nella seduta del Consiglio di Rappresentanza Sindaci svoltasi il 6 novembre, è stata discussa con la Direzione della ASL la riorganizzazione dei servizi dei consultori territoriali.
La discussione non ha riguardato eventuali accorpamenti o chiusure delle sedi: sono invece stati concordati i criteri per ridefinire le tipologie di servizio. Come organismo di rappresentanza dei Comuni, concordiamo conl’ASL sulla necessità di ripensare al sistema di servizi, affinché sia sempre più rispondente alle esigenze delle famiglie.
L’ ASL, recependo le indicazioni regionali, sta attuando azioni per superare l’attuale impostazione, che vede i servizi dei consultori orientati principalmente al cosiddetto “evento nascita” (assistenza alle donne in gravidanza, corsi pre-parto, consultorio pediatrico, oltre a visite di prevenzione e pap-test) valorizzando anche quei servizi rivolti a tutte le problematiche delle famiglie: fragilità e non autosufficienza, disagio giovanile, conflitti di coppia, problemi di integrazione per immigrati ecc.
Sono state anche proposte le modalità più idonee a garantire che il sistema dei servizi sia effettivamente funzionale. Innanzitutto un coinvolgimento delle famiglie stesse, che non devono più essere considerate solo come portatori di bisogni, ma risorsa attiva per la soluzione delle problematiche: è infatti la famiglia il primo luogo a cui la persona si rivolge, e per questo deve essere valorizzato il suo ruolo nella rete di soddisfazione dei bisogni. Inoltre, i consultori dovranno essere integrati con quanto già esiste sul territorio, mettendosi in rete con enti, associazioni di volontariato e qualsiasi soggetto offra servizi di supporto alle famiglie. Queste sono le linee guida proposte dall’ASL e condivise dai Comuni: attualmente si sta lavorando congiuntamente per favorire questa evoluzione dei servizi.
Abbiamo chiesto - e l’ASL si è detta d’accordo - che nessuna chiusura sia al momento attuata. Sono stati invece discussi i criteri per un’eventuale riorganizzazione delle singole sedi. Le proposte per tale riorganizzazione, che dovessero pervenire a seguito delle valutazioni in base ai criteri condivisi, saranno discusse in un secondo momento con il coinvolgimento - questa la richiesta del Consiglio di Rappresentanza - delle Amministrazioni comunali interessate.
Sicuramente, come Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci, porremo la massima attenzione affinché il percorso in atto sia portato avanti nell’interesse dei cittadini, e per garantire loro, anche nel prossimo futuro, un accesso agevole a servizi che riteniamo di fondamentale importanza.
Il Presidente del Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci, Dr. Guido Agostoni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco