• Sei il visitatore n° 344.882.666
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 14 novembre 2012 alle 09:02

Parco Curone: 14 osservazioni di variante al PTC, il bilancio di previsione e i tagli ai fondi

14 le osservazioni pervenute nell'ambito delle proposte di variazione generale del Piano Territoriale di Coordinamento del Parco di Montevecchia e della Valle del Curone pervenute all'ufficio di Cascina del Butto e discusse, con l'illustrazione delle contro-deduzioni da parte dell'architetto Mauri, nell'assemblea di lunedì sera. Tra di esse c'era quella avanzata dalla società Immobiliare Lecchese, proprietaria della zona ex Rdb di Lomagna, articolata in diversi punti e accolta solo parzialmente, principalmente per evitare la totale inattività della produzione, il concreto pericolo di abbandono della stessa, anche in vista di "episodi di furti e danneggiamento da parte di ignoti, nonché occupazione di alcuni spazi da parte di rom" segnalati dall'osservante e poiché "viste le imponenti dimensioni, una destinazione non produttiva è economicamente insostenibile".


Si è partiti da un dato di fatto: l'attività sull'area è considerata cessata ed il Piano del Parco prevederebbe dunque che l'esistente potrebbe essere "sostituita" soltanto con un'altra attività meramente a carattere agricolo. Questo, come esplicitato dall'osservante e come concordato in sede assembleare, poterebbe con grande probabilità alla "immobilità" dell'area stessa; si è dunque ritenuto opportuno introdurre una modifica all'Articolo 41, il quale puntualizza la questione in merito, estendendo la possibilità di sussistenza anche per le attività industriali. Previo certe limitazioni e a patto che venga garantita la riqualificazione dell'area, favorendo interventi che riguardano, quindi, la rinaturalizzazione del comparto e la ricomposizione ambientale. Per quanto riguarda poi concretamente i limiti dimensionali, gran parte della superficie pavimentata dovrà tornare bosco e le strutture che si andranno a realizzare ex novo dovranno essere di minor perimetro rispetto a quelle attualmente esistenti. Trattasi comunque di modifiche che dovranno essere approvate in Regione.

Il Direttore Michele Cereda, il Presidente Eugenio Mascheroni, l'architetto Mauri

Oltre all'approvazione del bilancio di previsione 2012, che ha compreso una serie di variazioni su uscite ed entrate, anche a causa di alcuni contributi statali non pervenuti e delle assenti previsioni di entrate che hanno determinato un vuoto nel programma triennale 2012-2014, si è discusso in merito all'acquisto di nuove aree da annettere al Parco. Tra di esse rientra un'area soprastante Valle Santa Croce e due piccoli mappali in comune di Montevecchia, i quali verrebbero ceduti. Nel corso dell'assise è stato ampliamente illustrato il quadro relativo all'acquisto di terreni e la situazione in essere, le cause della loro riduzione e i relativi rallentamenti che si sono verificati.

Pasquini rappresentante della Provincia, Alvaro Pelà assessore di Cernusco, Mandelli Carlo assessore di Rovagnate, Pino Brambilla
assessore di Olgiate, Simone Comi assessore di Lomagna, architetto Mauri


"Avevamo stanziato fondi per l'acquisto di aree boschive al prezzo di 1 euro al metro quadro; è la Regione che procede con l'acquisto e che poi concede le zone tramite delle convenzioni con l'Ente"
ha spiegato il dottor Michele Cereda, puntualizzando che "in Regione sono rimasti fermi perché alcuni possedimenti avevano delle situazioni particolarmente articolate", alludendo ai casi in cui certi terreni erano di proprietà di comuni, ceduti poi in gestione a soggetti privati che dunque non sono risultati i legittimi proprietari all'atto della vendita, o alla situazione verificatosi in zona Sirtori dove le aree in oggetto erano attraversate dalla strada provinciale e pertanto non idonee ad essere acquistabili da parte della Regione. Questo, come gli altri punti all'ordine del giorno, si è chiuso con il favore e quindi l'approvazione praticamente totale della Comunità.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco