• Sei il visitatore n° 344.874.682
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 20 dicembre 2012 alle 16:31

Dopo un furto a Missaglia vengono braccati dai CC in auto e provocano un incidente. 16enne fermato, complice latitante

E' un albanese di 16 anni il giovane fermato e arrestato ieri a seguito dello spettacolare inseguimento dei carabinieri di un'auto risultata rubata e segnalata sui luoghi di alcuni furti avvenuti tra Missaglia, Montevecchia e Paderno. P.T. senza fissa dimora, già pregiudicato per reati contro il patrimonio, si trova ora detenuto nel carcere per minorenni del Beccaria di Milano, a disposizione dell'autorità giudiziaria mentre i legittimi proprietari sia dell'auto che dei monili e oggetti ritrovati nell'abitacolo e risultati provento di furto, sono tornati in possesso dei loro beni.
L'inseguimento ha origine dalla segnalazione di un cittadino che alla centrale operativa dei carabinieri di Merate indica la presenza di un'Audi A3 di colore nero nei pressi di Missaglia. Ricevuta la targa l'operatore della centrale in una manciata di secondi appura che si tratta di un veicolo rubato lo scorso novembre a Gandino in provincia di Bergamo e dirama a tutte le pattuglie sul territorio le indicazioni per la ricerca del veicolo. Dopo mezz'ora l'Audi viene intercettata in Via dei Cavrioli a Paderno d'Adda. Tutto accade in pochi istanti. I militari incrociano il veicolo e i malviventi capiscono a questo punto di essere braccati.


L'autista tenta il tutto per tutto e si dà a una precipitosa fuga, infilandosi però nella strada sbagliata, lungo Via Festini dove la lunga fila di auto ferme in colonna al semaforo del ponte San Michele crea l'ostacolo. L'Audi tampona una Fiat Punto dove si trovava una squadra di manovali che fa ritorno a casa, poi centra una Opel che è ferma in colonna e infine taglia la strada a una Nissan che proviene dalla direzione opposta, rimanendo così incastrata e impossibilitata a riprendere la fuga. A questo punto i due malviventi tentano la fuga a piedi ma i carabinieri scendono dall'auto e li inseguono. P.T. viene raggiunto e bloccato a terra da uno dei militari mentre l'altro riesce a far perdere le tracce. Sul posto giungono diverse pattuglie che battono l'area circostante alla ricerca del fuggiasco, al momento ancora latitante. 5 dei coinvolti nel sinistro vengono caricati in ambulanza e portati al pronto soccorso del Mandic per lesioni lievi così come uno dei due militari che nell'inseguimento è scivolato su una lastra di ghiaccio procurandosi contusioni all'anca giudicate guaribili in 8 giorni.
A seguito della perquisizione del veicolo e del 16enne i militari trovano e sequestrano diversi arnesi da scasso, cappellini e guanti, nonché monili e soldi per un totale di 2.500 euro e una macchina fotografica digitale Nikon. Le indagini permettono infine di individuare le vittime di tre furti consumati poco prima a Missaglia (Via Don Rigamonti), Montevecchia (Via dei Gelsi) e Paderno (Via dei Caprioli) e di restituire loro la merce.
P.T. si trova ora rinchiuso presso il carcere Beccaria di Milano in attesa di ulteriori dispositivi da parte dell'autorità giudiziaria.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco