Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.809.173
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 21 dicembre 2012 alle 18:59

"Acqua": la vera partita la gioca il centrosinistra, da una parte i lecchesi con Idroservice (Lrh) dall'altra i meratesi con la newco

Sull'Azienda speciale è calato il sipario. La Conferenza dei sindaci si è espressa chiaramente e a netta maggioranza: il modello gestionale del servizio idrico integrato in provincia di Lecco sarà una società in house. Quale nello specifico sarà deciso entro il prossimo 31 gennaio. A questo punto tre sono le possibilità messe sul tavolo: affidare il servizio a Idrolario inglobando il ramo idrico di Lario Reti; optare per la società di scopo Idroservice facente capo alla holding Lario Reti o, in alternativa, costituire una newco, vale a dire una nuova società a cui affidare il servizio idrico. Inutile quindi il tentativo del sindaco di Merate Andrea Robbiani di mantenere aperta la strada dell'azienda speciale (tra le altre cose sostenuta oltre che dall'intero consiglio comunale compatto di Cernusco Lombardone anche dal Comitato Acqua Pubblica): la proposta è stata affossata con solo 18 voti favorevoli a fronte di 33 contrari, tra i quali la maggioranza degli esponenti di centrosinistra.

Da destra Riccardo Mariani (Mandello), Andrea Robbiani (Merate), Paolo Strina (Osnago),
Virginio Brivio (Lecco), Vito Zotti (Lierna), la dottoressa Arena

Fuori dalle sale della conferenza a quanto pare infatti le trattative di partito si stanno portando avanti e pare ormai chiaro che il centrosinistra si stia posizionando in direzione di due ipotesi, con probabile spaccatura interna (per la newco la Brianza casatese e meratese, forse più verso Idroservice il Pd lecchese) accantonando l'ipotesi Idrolario ancora una volta, viceversa, sostenuta da Merate, alcuni esponenti della Lega nonché (per quanto in subordine all'Azienda Speciale) dallo stesso Comitato. Del resto l'ha detto chiaramente il sindaco di Cassago Gianmario Fragomeli - che ha presentato l'atto d'indirizzo già concordato con alcuni sindaci in apertura di assemblea (con quello che il vicesindaco di Cernusco Salvatore Krassowski ha definito un atto "politicamente scorretto in quanto va oltre il meccanismo della conferenza facendo pensare ad accordi al di fuori dell'assemblea") - "con questo atto si intende ridurre le opzioni escludendo alcune ipotesi (vale a dire la gara, la società mista e l'azienda speciale) per concentrarsi sulla società in house ma le tre opzioni rimanenti non sono poste al medesimo livello: newco e Idroservice sono le soluzioni prioritarie in quanto hanno ottenuto maggiore interesse da parte della preponderanza dei sindaci con cui mi sono confrontato. Idrolario resta invece un'ipotesi di second'ordine in quanto presenterebbe la criticità della retrocessione degli impianti ai comuni soci, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale, e della nuova ricapitalizzazione".

Una presa di posizione dunque chiara: Idrolario per ora non viene esclusa ma non otterrà l'appoggio del centrosinistra, che a quanto pare, soprattutto in area casatese e meratese, sta propendendo per la newco. Un orientamento che se era già stato espresso tra le righe da Paolo Strina di Osnago, nel corso dell'assemblea di ieri ha ottenuto l'appoggio esplicito di Olgiate Molgora (favorevole a una nuova società di "primo livello" - vale a dire non facente capo alla holding come Idroservice - con quote di partecipazione proporzionali agli abitanti della provincia) nonché del sindaco di Casatenovo Antonio Colombo. Sembrerebbe invece differente l'orientamento del PD lecchese, come espresso dal sindaco di Valmadrera Marco Rusconi che ha dichiarato di "non avere preoccupazioni in merito al controllo analogo di società di secondo livello (Idroservice ndr) in quanto vi sono pareri che lo prevedono" quanto piuttosto relativamente al problema della "bancabilità" e di una società che garantisca "efficienza e qualità".

Seppur quindi con declinazioni differenti il centrosinistra è quindi riuscito a fare quadrato isolando di fatto la posizione portata avanti da Merate. "Io non avrei messo Idrolario in subordine rispetto alle altre due ipotesi" ha spiegato Robbiani. "In quanto è una società che già esiste e ha una sua storia e che dovrebbe essere vista non come un problema ma come un'opportunità. Merate è a sostegno di un'azienda a totale partecipazione pubblica che includa i 90 comuni della provincia di Lecco e di primo livello, vera garanzia di controllo analogo, cosa che Idrolario potrebbe essere con un'eventuale modifica di statuto".
Resta ora da capire, nel caso di una convergenza dei sindaci verso l'ipotesi newco, come giustificheranno i primi cittadini di fronte all'opinione pubblica la creazione di una terza società oltre alle due già esistenti, atto che probabilmente "non sarebbe ben visto dai cittadini" come richiamato da Carlo Signorelli. Ma c'è già chi è pronto alla difensiva, come il sindaco di Osnago: "Non vuole essere un'azienda in più, ma solo uno strumento per risolvere alcune situazioni da cui non riusciamo a venir fuori da utilizzare solo se necessario".

Insomma, il ventaglio di ipotesi su quello che sarà il futuro gestore del servizio idrico integrato in provincia di Lecco è sempre più ridotto. Ridotti sono anche i tempi per l'approvazione. Ma a quanto pare, fuori dall'assemblea, c'è già chi ha fatto le proprie mosse.

Esito della votazione per inserire l'Azienda Speciale tra le possibilità di affidamento.

Favorevoli:

Mandello

Merate

Annone Brianza

Ballabio

Barzago

Barzanò

Barzio

Castello Brianza

Cernusco Lombardone

Cremeno

Dolzago

Lomagna

Missaglia

Montemarenzo

Monticello

Perego

Premana

Primaluna

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco