Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 270.301.059
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 27 dicembre 2012 alle 18:01

Areu118: 20.226 gli interventi nel 2012 nel lecchese, il 40% per 'codici gialli'. In provincia minor percentuale di eventi violenti

Alberto Zoli direttore generale Areu e Cristina Corbetta responsabile dell'Ufficio stampa
Sono stati 20.226 gli interventi effettuati dall’Areu 118 negli ultimi 12 mesi  in Provincia di Lecco, 20.226 volte in cui, in situazioni di emergenza, volontari e personale medico e infermieristico del servizio, sono intervenuti prestando soccorso dalla Valsassina a Lomagna, dal casatese a Verderio, in lungo e in largo sul territorio, a qualsiasi ora del giorno e della notte. Ben 661.877, invece, le operazioni condotte complessivamente in Regione di cui, la percentuale maggiore, il 50,87%, per interventi etichettati come “codici gialli” in leggero calo rispetto al 2011. Seguono poi, sempre a livello regionale, i codici verdi (37,08%),  i rossi che si sono attesti, con dati aggiornati al 18 dicembre 2012, su 54.117 interventi pari all’8,18% sul totale complessivo e i bianchi (3,87%).
Analoghe le percentuali relative all’area lecchese dove i codici gialli sono stati più numerosi dei verdi andando a toccare quota 40,65% contro il 38,47% dei casi più lievi. I “bianchi” invece sfiorano il doppio della media lombarda arrivando al 6,57%, comunque inferiori ai rossi che si attestano sull’8,32%.
Dei 20.226 interventi sul territorio lariano, poi, la fetta più cospicua (ben il 74,58%) risulta dovuta a ragioni di carattere medico. Seguono le cadute (12,94%), gli incidenti stradali (ad oggi sono stati registrate 1240 chiamate, in calo rispetto alle 1355 del 2011, pari al 6,13% dei casi complessivi), gli infortuni (2,61%) e gli eventi violenti pari a solo lo 0,81% sul totale, la percentuale più bassa, fatta registrare per questa voce, a livello di tutta la Regione (Milano, con il 2,30% “svetta” in questa particolare classifica). Completa l’elenco un 2,94% legato a eventi “multi causa” etichettati come “altri motivi”.
Le percentuali lecchesi sono perfettamente in linea con la media regionale, fatta eccezione per quella legata dagli incidenti stradali (inferiore di ben due punti rispetto al valore medio in Lombardia) e come già detto, quella relativa agli eventi violenti (1,8% in Regione).
Venendo alle tipologie di mezzi intervenuti, come facilmente immaginabili, nel 79% dei casi, nel lecchese, è stata inviata l’ambulanza. Non sono però mancate le “corse” dell’automedica (15,18%) e del mezzo con personale infermieristico a bordo (4,36%). Residuale la percentuale degli interventi con elisoccorso (0.83%).
A.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco