Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.369.781
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 31 dicembre 2012 alle 09:09

Dolzago, accorpamento servizi: ''Ferrari è poco informato. La sua è stata una scelta''

Adelio Isella
Non ha gradito Adelio Isella, sindaco di Dolzago, le dichiarazioni del sindaco di Oggiono Roberto Ferrari in tema di accorpamento dei servizi. Del resto che tra i due comuni, limitrofi e tanto affini territorialmente, non scorresse buon sangue si era già visto in merito alla nota 'querelle' relativa alla realizzazione della rotatoria a servizio della zona industriale del Peslago. Ma risolta una controversia ora sembrerebbe essersene aperta un'altra.
Nel mirino delle critiche questa volta come dicevamo è stato lo spinoso tema dell'obbligo di accorpamento delle funzioni per i piccoli comuni. Come noto infatti il comune di Oggiono ha infatti deciso di istituire il nuovo "Corpo di Polizia Locale" che d'ora in poi comprenderà anche i comuni di Annone ed Ello.
Nello spiegare le ragioni dell'esclusione del comune di Dolzago dall'accorpamento (anch'esso limitrofo e morfologicamente molto affine ad Oggiono, esattamente come Annone ed Ello) era stato lo stesso Ferrari a porre l'accento su ragioni di natura "pratica": il problema della sicurezza della SP51 che taglia in due Dolzago (che operativamente richiederebbe un grosso impegno da parte degli agenti) unito al fatto che l'amministrazione dolzaghese a fronte della richiesta di uno sforzo in più da parte del Comando avrebbe messo a disposizione un unico agente, quello attualmente in forze. Affermazioni che pare abbiano un po' "irritato" l'amministrazione dolzaghese. Ed è stato lo stesso sindaco Adelio Isella ad intervenire sottolineando che il comune di Dolzago dispone già di due agenti e che la SP51 "è ampiamente monitorata".
Secondo Isella infatti le argomentazioni di Ferrari, più che legate a specifiche scelte pratiche, sarebbero invece un tentativo di giustificare il rifiuto da parte di Oggiono di stringere accordi con Dolzago. "Dolzago come dice Ferrari ha molte affinità, oltre che morfologiche con Oggiono che non si possono di certo ignorare" conclude Isella. "Un esempio, fra i tanti, il più macroscopico è quello della scuola".
Critiche che a suo tempo per certi versi aveva mosso anche il presidente della conferenza dei sindaci dell'oggionese Matteo Canali che aveva ammesso come all'interno dell'organismo fosse stata avanzata la proposta che Oggiono divenisse un punto di riferimento per il circondario per l'accorpamento di alcuni servizi ma che l'ipotesi era naufragata a causa della mancata disponibilità del comune oggionese che, viceversa, non è soggetto ad obblighi di unione di funzione e ha preferito non sovraccaricarsi di eccessivi oneri nel timore, secondo quanto dichiarato da Ferrari, che questo potesse determinare un peggioramento del servizio per i cittadini di Oggiono.

Di seguito l'intervento di Adelio Isella di Dolzago:

''Nel leggere quanto esposto nell’articolo ritengo doveroso precisare che il Comune di Oggiono tramite il suo Sindaco può effettuare tutte le scelte che ritiene più opportune nell’ambito dell’accorpamento delle funzioni, specialmente quelle relative alla Polizia Urbana. Il Sindaco Ferrari tuttavia non è ben informato, e non lo sono nemmeno i suoi collaboratori che lo tengono aggiornato. Dolzago dispone già di due agenti e la SP 51 all’interno del territorio dolzaghese è già ampiamente monitorata con telecamere, tanto è vero che persino i Carabinieri si avvalgono di questo supporto per contrastare i furti e le altre azioni criminose che avvengono anche nel territorio di Oggiono. Occorre assumersi la responsabilità delle proprie scelte. Se le funzioni non si vogliono accorpare è inutile “gettare il sasso nello stagno” con argomentazioni che non fanno fare sicuramente bella figura a chi le produce: Dolzago come dice Ferrari ha molte affinità, oltre che morfologiche con Oggiono che non si possono di certo ignorare. Un esempio, fra i tanti, il più macroscopico è quello della scuola''.

Articoli correlati:
22.12.2012 - Oggiono: nasce il nuovo ''Corpo'' di Polizia Locale che comprenderà Annone ed Ello
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco