Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 273.374.387
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 10 gennaio 2013 alle 17:38

Dolzago: abbandonano l'auto al termine di un inseguimento con i CC. Ladrisi dileguano dopo aver sfondato la vetrata del bar 'al Laghetto'

Hanno abbandonato la vettura in un boschetto al termine di un inseguimento e si sono dileguati a piedi nell'oscurità. Sono purtroppo riusciti a far perdere le loro tracce i tre malviventi che questa notte hanno messo a segno una 'spaccata' ai danni del bar tabaccheria "al Laghetto" situato in via Provinciale a Dolzago.
L'episodio è avvenuto poco dopo le 3.30 di questa notte quando tre individui a volto semicoperto hanno sfondato con l'ausilio di mazze e picconi la vetrata laterale del locale introducendosi all'interno.

Una foto scattata questa notte pochi istanti dopo la spaccata

Dopo essere passati dal locale cucina i ladri si sono quindi diretti verso il bancone nel tentativo di sottrarre alcuni gratta e vinci ma sono stati disturbati dal sistema d'allarme che ha attivato l'impianto a gas fumogeni all'interno, allertando le forse dell'ordine.
Disorientati dal fumo i ladri hanno quindi raccolto in fretta e furia alcune decine di gratta e vinci fuggendo all'esterno. Sul posto sono però giunte pochi istanti più tardi diverse pattuglie della Compagnia dei carabinieri di Merate che hanno intercettato la vettura dei malviventi dando vita all'inseguimento.

Braccati dalle forze dell'ordine i malfattori hanno abbandonato l'auto all'interno di un boschetto allontanandosi a piedi e riuscendo a far perdere le proprie tracce favoriti dall'oscurità. L'autovettura, di nazionalità francese, è quindi stata recuperata dai militari per gli accertamenti del caso.
Modesto il bottino, grazie al tempestivo intervento dei militari, limitato come dicevamo a poche decine di gratta e vinci per un valore di circa mille euro, ma più consistenti i danni per il titolare, già in passato finito nel mirino dei malviventi.

"Due volte mi hanno sfondato la vetrata, una volta con una macchina e una volta con un furgone, un'altra volta abbiamo trovato due persone all'interno. Ho installato impianti di videosorveglianza interni ed esterni, ho messo portoni esterni in ferro e grate alle vetrate, il retro è monitorato da sensori di prossimità, all'interno abbiamo videocamere e fumogeni ma tutto questo non sembra fermarli" racconta il proprietario. "Ormai il locale ha le fattezze di un bunker ma è l'unica soluzione perché purtroppo la verità è che non siamo tutelati, questa gente non ha paura perché non ha niente da perdere".

Sull'episodio, l'ennesimo di una serie di colpi messi a segno a danno di esercizi pubblici dolzaghesi, stanno indagando i militari della Compagnia di Merate.

M.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco