• Sei il visitatore n° 353.338.089
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 21 gennaio 2013 alle 21:21

Sirone: via libera all'accordo con Dolzago per la PL. ''Oggiono resta slegato da noi''

Matteo Canali
Via libera ai pattugliamenti congiunti contro i furti. L'intesa era già stata trovata e ora è pronto l'accordo tra i comuni di Dolzago e Sirone per cercare di porre argine all'ondata di criminalità abbattutasi sul territorio. Il primo infatti ratificherà la nuova convenzione in data odierna, dopodiché il documento approderà sui banchi di consiglio del comune di Sirone lunedì prossimo e la convenzione sarà finalmente operativa.
Come già avevamo annunciato i due comuni limitrofi hanno infatti deciso di darsi una mano e di attivare un servizio specifico di pattugliamento da parte degli agenti di Polizia Locale in orario serale che resterà in vigore fino all'estate "e nel frattempo lavoreremo ad un accordo più organico" come spiegato dal sindaco di Sirone Matteo Canali.
La convenzione in particolare prevede almeno un pattugliamento congiunto a settimana in orario serale, periodo in cui si collocano i "picchi" di furti. Gli agenti di Dolzago e Sirone effettueranno un pattugliamento "in coppia" in entrambi i paesi concentrandosi nelle zone a maggior rischio. Ente capofila della convenzione sarà il comune di Sirone e comandante l'agente Mauro Brancato che coordinerà l'attività anche dei due agenti messi a disposizione dal comune di Dolzago.
"La finalità è quella di prevenire il fenomeno dei furti. Gli agenti saranno per le strade e si renderanno riconoscibili per dare un segnale di maggior presidio" ha spiegato Canali che ha illustrato il nuovo accordo dopo il "naufragio" di una convenzione di più ampio raggio con Oggiono.
"Da circa un decennio avevamo una convenzione in vigore con il comune di Oggiono per la gestione dei servizi serali e domenicali che purtroppo è scaduta a dicembre e non è stata rinnovata" spiega il primo cittadino "Un accordo più ampio sarebbe stato preferibile ma la convenzione con Dolzago costituisce almeno un primo passo".
Nelle speranze del comune sironese, e non solo, vi era infatti l'auspicio che il comune di Oggiono assumesse in qualche modo un ruolo di coordinamento e guida per il circondario per gestire il controllo del territorio. Speranze che sarebbero naufragate di fronte al rifiuto di quest'ultimo: "Al minimo accenno di un accordo per una gestione più ampia del servizio di Polizia Locale che coinvolgesse più comuni Oggiono ha chiesto un contributo economico per l'accorpamento" spiega il sindaco di Sirone. "Trovo assurdo che il comune di Sirone debba spendere di più per avere un servizio di Polizia Locale condiviso con Oggiono di quanto non spenderebbe per mantenere in servizio il suo unico agente anche perché credo che sia qualcosa di contrario alla finalità stessa della norma per l'accorpamento dei servizi che è appunto quella di ridurre i costi".
Sulla posizione del comune di Oggiono Canali è quindi stato tranchant: "Finché si continuerà a ragionare soltanto in termini economici Oggiono resterà una realtà a se stante, slegata dal territorio anziché punto di riferimento e noi ci muoveremo diversamente come abbiamo fatto con Dolzago. Posso capire la posizione del sindaco di Oggiono in questo periodo di ristrettezze economiche, ma se si vuole ambire a una posizione di coordinamento e di riferimento per il territorio credo si debba avere anche il coraggio di guardare in prospettiva anziché soltanto all'interno del proprio orticello".
Marta Mazzolari
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco