• Sei il visitatore n° 361.825.267
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 22 luglio 2013 alle 10:14

I ritmi di Cissoko vanno in scena a Suoni Mobili

Una tre giorni per conoscere da vicino un vero griot africano, la sua storia narrata in un appassionante film, la sua abilità musicale, la sua capacità di stare in mezzo alla gente per raccontare storie. Nel mezzo del cartellone di Suoni Mobili, giunto questa settimana al giro di boa prima della conclusione attesa per il prossimo 27 luglio, sono ben tre le serate dedicate al senegalese Ablaye Cissoko e all'amico e collaboratore Volker Goetze, musicista e regista del film "Griot", presentato in prima assoluta nella suggestiva terrazza dell' agriturismo Costa di Perego in occasione della serata dal titolo "Tramonto in vigna con griot", iniziata poco prima con una performance acustica in giro per le vigne dell'Azienda Agricola Tre Noci di Sirtori.

L'applauditissima esibizione di Cissoko in solo con la sua splendida kora, l' arpa-liuto africana appartenente alla tradizione mandinga, ha luogo nella suggestiva cornice del Santuario dei Morti dell'Avello di Bulciago, luogo prediletto per l'incontro tra culture e spiritualità diverse, unite però da un comune desiderio di pace. Il ciclo dedicato al griot si chiude nel parco di Villa Facchi a Casatenovo con l'affollatissima esibizione del duo Cissoko e Goetze, ovvero voce, kora e tromba. Atmosfere rese magiche dal talento dei musicisti coinvolti per questo piccolo ciclo interno al festival, dai luoghi sempre suggestivi e dal coinvolgimento del pubblico che si è reso assolutamente partecipe nel seguire le storie cantante dal griot, che, come in tutte le culture orali, trovano terreno comune nell'esistenza quotidiana di tutti.

Foto: Cristina Crippi
C.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco