Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 242.670.601
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 19 agosto 2013 alle 16:07

SS36: controesodo senza emergenze domenica. I ''tratti'' presidiati dalla Polstrada

Foto di repertorio della SS 36 bloccata a Nibionno
Un traffico intenso, qualche criticità, ma il disastro temuto e annunciato non c'è stato domenica sulla superstrada 36, nonostante il controesodo e le migliaia di turisti che hanno deciso di trascorrere una delle ultime domeniche libere nelle località di lago o montagna. Le misure anti - colonna pare abbiano ben funzionato.
E questo è avvenuto grazie anche all'attività di preparazione all'emergenza che la Polizia Stradale di Lecco, agli ordini del comandante Mariella Russo, ha iniziato già a partire dal 16 di agosto.
Con collaborazione dell'ente Provincia di Lecco è stato possibile pianificare le postazioni dove il personale della Protezione Civile e dell'Associazione Nazionale Carabinieri ha contribuito nella gestione del traffico congestionato.
Gli agenti della Polstrada hanno spiegato come le fasi di rientro non abbiano provocato particolari criticità: solo in mattinata e in serata sono stati registrati disagi minimi.
Nulla quindi al confronto con quanto accaduto a Ferragosto quando, anche a causa di un incidente stradale, la SS 36 è stata chiusa al transito in diversi punti con code che in alcuni punti della giornata si spingevano sino alla Brianza monzese.
Per il transito sul lungolago, considerata una via di sbocco per snellire il traffico diretto nelle gallerie dell'attraversamento di Lecco, anche la Polizia Locale ha dato il proprio sostegno nel gestire la situazione.
Quattro quindi le postazioni presidiate dalle forze dell'ordine e decise già con due giorni di anticipo: Ballabio (rotonda ingresso tunnel racc. SS 36, Bonzeno (svincolo SS 36, SP 62), Bellano (incrocio SP 62 SP72 presidiato fino alle 19.00 dalla Polizia Locale di Bellano), Lecco (Lungolago Cermenati e Lungolago Via L. Da Vinci).
La Protezione civile, oltre alle 6 unità per ausilio viabilistico, ha messo a disposizione ben due veicoli con rifornimenti di acqua da inviare sul posto in caso di necessità per gli utenti in coda, uno si è posizionato in modo da coprire eventuali necessità in Valsassina e uno pronto all'impiego nella sua postazione di Dervio.
Nel pomeriggio di domenica (fino alle ore 19.00) il traffico verso Lecco è stato più regolare che negli altri week end. Il personale della Polizia Stradale con pattuglie moto montate ha presidiato la Valsassina dalle ore 16.30 per intervenire immediatamente sugli svincoli a valle a seconda di quale via di ritorno i villeggianti avrebbero deciso di scegliere.
''Il ritardo nei movimenti di ritorno rispetto alle precedenti abitudini, ha costretto il personale impiegato a prolungare la vigilanza sulle strade in attesa della parte più cospicua del rientro, già comunque alleggerita dalle partenze del tardo pomeriggio. La regolarità delle partenze ha comunque permesso un deflusso regolare senza modifiche al piano di viabilità previsto'' ha concluso la Polizia stradale.
Articoli correlati:
16.08.2013 - Ferragosto di ''fuoco'' sulla SS 36, code e disagi. Il bilancio con i dati della Polstrada
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco