Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.875.196
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 20 settembre 2013 alle 15:15

Calcio: Missaglia, Molteno, Orat.Bulciago, sanzioni dal giudice sportivo

Squalifiche e sanzioni dal giudice sportivo, alle società calcistiche del casatese. Nel mirino è finita la Missaglia Sportiva che ha rimediato una multa di 80 euro a seguito della gara disputata a Valmadrera. Questa la motivazione: ''responsabile del comportamento tenuto dai propri tesserati sul terreno di giuoco, a fine gara, e successivamente negli spogliatoi con danneggiamento all'impianto della società ospitante''.
Squalificato per tre gare un suo calciatore che, secondo quanto dice il referto pubblicato sul sito della Lega Nazionale Dilettanti ''espulso al 44º del 2^tp. per aver mantenuto un comportamento gravemente offensivo nei confronti dell'arbitro, alla notifica del provvedimento ritardava volutamente la ripresa, successivamente, a fine gara, rientrava sul terreno di giuoco e affrontando l'arbitro minacciosamente ne offendeva il decoro e l'onore, veniva bloccato e riportato alla ragione dai propri compagni di squadra''.
Spostandoci in Terza Categoria, ammenda per l'Oratorio Bulciago Tabiago. 50 euro per ''inadempienza dei propri doveri da parte di un proprio dirigente con comportamento scorretto ed antisportivo nei confronti dell'arbitro afine gara e successivamente mentre lasciava l'impianto sportivo (art.1 C.G.S.)''. Squalificato fino al 19 ottobre un atleta che ''a fine gara, contrariato, manteneva un comportamento gravemente scorretto ed antisportivo nei confronti
dell'arbitro, successivamente bloccava l'autovettura dell'arbitro mentre lasciava l'impianto sportivo e nel tentativo di giustificare quanto accaduto precedentemente reiterava il proprio comportamento in violazione art. 1 C.G.S.).
Nella categoria Juniores, squalificato per tre giornate un atleta del Molteno ''per aver mantenuto in reazione un comportamento gravemente violento nei confronti di un calciatore avversario''.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco