Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.870.650
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 23 settembre 2013 alle 14:52

Castello B.: anche i compagni del Badoni sono scesi in campo per ricordare Mattia

Sport, amicizia e ricordo, domenica all'oratorio di Castello Brianza per il primo torneo organizzato alla memoria di Mattia Fumagalli, il 16enne di Castello Brianza mancato l'anno scorso a seguito di un tragico incidente stradale, avvenuto mentre si trovava in sella alla sua moto.

Il minuto di silenzio osservato all'apertura del torneo e il lancio dei palloncini


Una manifestazione fortemente voluta dai familiari, organizzata dalla Polisportiva di Castello, in cui lo stesso Mattia ha giocato per anni, e patrocinata dall'amministrazione comunale.


Un appuntamento che ha visto la partecipazione di amici, parenti e in special modo i genitori Roberto ed Elena con la sorella e i compagni di squadra e di scuola, gli studenti dell'istituto Badoni di Lecco con cui Mattia condivideva la propria quotidianità.

Mattia Fumagalli


La giornata si è aperta con la messa in suo ricordo alle 10.30 presso la chiesa parrocchiale di Castello. Da lì i ragazzi si sono spostati al cimitero per posare mazzi di fiori sulla tomba dell'amico, a cui ha fatto seguito il pranzo comunitario in oratorio.

Momento clou quello del pomeriggio quando, a partire dalle 15, ha preso il via il torneo di calcio in suo ricordo. In campo per l'amicizia tre squadre, tutte realtà a cui Mattia era particolarmente legato: la polisportiva Aurora di Olgiate Molgora, in cui aveva giocato per qualche anno, la polisportiva di Castello, in cui è cresciuto e di cui fa parte anche il padre come volontario, e la squadra organizzata dagli amici e compagni di scuola dell'istituto Badoni.

Le partite sono state anticipate da un breve momento di silenzio per ricordare Mattia e dal lancio dei palloncini colorati, che la mamma Elena ha liberato verso il cielo.

Niente competizione, ma solo sport, amicizia e spirito di unione sono stati gli elementi per una manifestazione vincente in ricordo di un amico, Mattia, che rimarrà per sempre nel cuore di tutti coloro che lo hanno conosciuto.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco