Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 303.973.561
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 10 ottobre 2013 alle 15:19

Pneumologia, Montoli (Inrca): decida la Regione. Questi però i numeri di produzione, performance e customer satisfaction

Il dr Claudio Montoli
Leggo che per Ambrogio Sala l’INRCA di Casatenovo avrebbe ridotto il numero dei ricoveri dal 2009 ad oggi.
Faccio notare che sono stati ridotti su tutto il territorio i tetti di spesa per attività di degenza e che malgrado questo dato la produzione della nostra struttura continua ad essere superiore al finanziato per oltre 300.000 €/anno pari al 7% della produzione. Non sono mai stati assegnati all’INRCA i 10 letti di sub-acuti. Se ne era parlato in ASL ma si era giunti alla conclusione che, per motivi organizzativi, non si procedeva a tale assegnazione. Per quanto riguarda la sicurezza tengo a precisare che non ho riscontro di altri presidi ospedalieri nella nostra provincia e forse in Regione che abbiano ottenuto il “CERTIFICATO PREVENZIONE INCENDI”, il famoso CPI, che invece abbiamo ottenuto noi nel novembre 2012, dopo ripetute ispezioni dei Vigili del Fuoco e adeguamenti strutturali e impiantistici. E’ perfettamente rispettato lo stato di avanzamento lavori legati alle proroghe date da Regione Lombardia ( tutti gli ospedali ne usufruiscono) sugli adeguamenti strutturali da portare a termine entro la fine del 2015.
Per quanto riguarda le performance della nostra struttura si possono consultare i dati del Programma Nazionale Esiti curato dall’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS): la struttura di Casatenovo si colloca tra le strutture con migliori perfomance non solo della regione Lombardia ma dell’intero nostro paese. I due indicatori di esito per la Broncopneumopatia cronica riacutizzata sono, in questo programma, la mortalità a 30 giorni dal ricovero e la percentuale di riammissione ospedaliera a 30 giorni. Per quanto riguarda il primo di questi due indicatori (la mortalità a 30 giorni) il Presidio INRCA di Casatenovo è il best performer regionale tra tutte le strutture con più di 200 casi trattati l’anno (rischio grezzo per cento dello 0,16%).
Per quanto riguarda invece la riammissione ospedaliera a 30 giorni la percentuale di riammissione è la seconda più bassa della Regione tra le strutture con più di 200 ricoveri l’anno (7,77%). Inoltre, il Presidio di Casatenovo ha il maggior numero di ricoveri per Broncopneumopatie riacutizzata della Regione (618 secondo il Programma Nazionale Esiti il che consente ovviamente una forte specializzazione della struttura e del personale che vi opera). A questi dati possiamo aggiungere i risultati di Customer Satisfaction che raccogliamo ogni anno sia a livello ambulatoriale che di degenza e che confrontati con i risultati generali Lombardi e di ASL ci rivelano un indice di gradimento medio generale SUPERIORE.
Per quanto concerne il problema della Pneumologia all’interno del Presidio Ospedaliero di Merate, noi abbiamo sempre dichiarato la nostra disponibilità alla collaborazione gestionale della stessa, va tenuto presente che la discussione era cominciata diversi anni or sono e in un clima di disponibilità, soprattutto economiche e di sistema, a nuove attività sanitarie ben diversa dalla attuale. Non potendo prescindere da modifiche della situazione di bilancio indispensabili alla prosecuzione della attività assistenziale nel nostro presidio, la decisione, oltre che da accordi tra il Nostro Istituto e l’AO di Lecco, non può prescindere da decisioni di programmazione Regionale.

Il Responsabile Medico di Presidio Dr. Claudio Carlo Montoli

Articoli correlati:
Pneumologia, Sala: ecco i numeri dell'Inrca. Si chiuda ora la vicenda e si diano risposte
Pneumologia/2: dalla Legge Sirchia ai giorni nostri passando attraverso anni di confronti e trattative mai andate a buon fine
Pneumologia/1: ecco perché la specialità è rimasta all’Inrca. Gli accordi tra l’Ussl e l’Irccs dal 1981 fino alla Legge Sirchia
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco