Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.862.422
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 16 ottobre 2013 alle 16:50

Lecco: dal 21 al via al corso di arbitri nazionale

La sezione di Lecco anche quest'anno in prima linea nel reclutamento di arbitri
Al via dal 21 ottobre il corso arbitri nazionale


Anche quest'anno l'Associazione Italiana Arbitri sezione di Lecco inizia la stagione sportiva con obiettivi ambiziosi: mantenere il trend più che ottimale di crescita raggiunto nella passata stagione. Un differenziale di circa 50 nuove unità arruolate nell'organico sezionale, ormai sempre più composto da giovani ragazze e ragazze che decidono di dedicare alcune ore settimanali all'attività arbitrale. Un grande lavoro quello svolto dal presidente Alfonso Modica, dal suo Consiglio Direttivo e dal responsabile del Corso Arbitri e vice presidente sezionale Stefano Giampaolo che hanno ricevuto il plauso anche dal presidente nazionale Marcello Nicchi in occasione della sua visita a Lecco.
Le motivazioni che spingono uomini e donne, dai 15 ai 35 anni, comunitari ed extra-comunitari, a sposare il mondo arbitrale sono molteplici: il corso è gratuito, una volta superato l'esame finale si ha diritto all'ingresso gratuito in tutti gli stadi d'Italia dalla serie A ai giovanissimi, ai ragazzi delle scuole superiori viene riconosciuto un credito formativo, le gare dirette danno diritto ad un rimborso spese che varia in funzione alla categoria raggiunta, ai partecipanti viene materiale tecnico ufficiale tecnico e didattico.
Il percorso proposto dall'Associazione Italiana Arbitri trova il riconoscimento anche del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con il quale da alcuni anni è in essere un protocollo d'intesa per la promozione dei corsi arbitro nazionale all'interno degli istituti superiori proprio per l'attenzione ai valori della legalità, del rispetto delle regole e dell'operare insieme per contrastare il deprecabile fenomeno della violenza negli stadi che sono alla base della formazione arbitrale. Il protocollo d'intesa mira a diffondere nelle scuole questo tipo di cultura contribuendo alla crescita della persona umana sulla base di valori unanimemente condivisi ma mai sufficientemente radicati nell'effettività dei comportamenti.
Per venire incontro a ogni esigenza la sezione di Lecco ha organizzato diversi poli di insegnamento, dislocati sia in città, ma anche nel territorio provinciale. Proprio la costante crescita della forza arbitrale nella passata stagione sta mostrando come Lecco non sia solo una provincia di calciatori, ma anche un territorio di grande potenzialità in campo arbitrale. L'obiettivo è accompagnare gli arbitri nel percorso che ha inizio nella categoria dei Giovanissimi sino ai massimi livelli.
Le principali sedi di corso saranno la sezione arbitri di Piazza Stoppani a Lecco, l'Istituto Tecnico "A. Badoni" di Lecco e il liceo "V. Bachelet" di Oggiono.
Per informazioni è possibile consultare il sito web sezionale www.aialecco.it oppure all'indirizzo corso.arbitri@aialecco.it. La sezione è inoltre aperte nei giorni di lunedì e venerdì, dalle 20.30 alle 23.00 (Tel. 0341 28 49 07).

 

 

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco