Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.042.044
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 10 novembre 2013 alle 09:50

''Luoghi e vie della fede'' per dare pregio in vista dell’Expo

Valorizzare i luoghi di culto e le bellezze artistiche della provincia lecchese anche in vista dell'expo.
Questo il progetto "Luoghi e vie della fede in provincia di Lecco" promosso da Provincia e Regione Lombardia, con la collaborazione di diversi enti e associazioni.

Daniele Nava, presidente della provincia di Lecco


Il piano di valorizzazione consiste in interventi di conservazione e restauro di luoghi e sentieri particolarmente significativi e di promozione dei relativi itinerari turistici e religiosi, grazie ad un finanziamento di circa 1,8 milioni di euro, metà dei quali forniti dalla regione,

Cristina Cappelini, assessore regionale alle culture, identità e autonomie


«Si tratta di un progetto molto importante per il tessuto sociale ed economico - ha spiegato Cristina Cappellini, assessore regionale alle culture, identità e autonomie - Valorizzare i beni culturali significa infatti valorizzare il territorio: vogliamo infatti che la cultura diventi una leva per uscire dalla crisi».

Marco Benedetti, Cristina Cappellini, Daniele Nava e Antonio Rosssi


E lo sguardo non può che andare verso l'expo2015, quando arriveranno a Milano 20 milioni di visitatori, cui far scoprire fede, arte, turismo ed enogastronomia.
«Abbiamo voluto coinvolgere tutto il territorio provinciale, da Piona a Cassago Brianza - ha illustrato l'assessore provinciale alla cultura Marco Benedetti - I beni culturali diventano volano per il turismo e per l'economia, guardando all'expo ma anche al dopo-expo».

Benedetti e Cappellini


Diversi i monumenti artistici coinvolti dal progetto.
Dall'Abbazia cistercense di Piona, al complesso di San Pietro al Monte, alla cittadella agostiniana di Cassago Brianza, cui sono destinati 180mila euro per il recupero conservativo della stanza del camino all'interno dell'ex villa Pirovano Visconti.

Nava e Rossi


Al centro ci sarà inoltre il Monastero di Santa Maria del Lavello di Calolziocorte, dove si è svolta quest'oggi la conferenza di presentazione, cui sono stati stanziati 400mila euro per interventi di valorizzazione.

Mario Negri della Fondazione provincia di Lecco


L'expo, dunque, come occasione per far pubblicità alla provincia lecchese con l'intento, sottolineato da tutti i promotori, di far si che l'esposizione del 2015 non sia l'obiettivo finale ma solo lo strumento.

In prima fila: il sindaco di Malgrate Codega, l'assessore comunale di Lecco Armando Volontè, e il

consigliere regionale Straniero. Dietro il consigliere regionale Piazza e il Sen. Arrigoni



Emilia Hoffer, dell'Fondazione Santa Maria del Lavello

 

Nella speranza insomma che, finito l'expo, non cali il sipario sulle ricchezze storiche, artistiche e culturali del nostro territorio.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco