• Sei il visitatore n° 332.965.138
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 05 gennaio 2014 alle 09:33

Oggiono: dall'assessore Acerbi, risposta all'alternativa proposta dalla minoranza al bonus bebè

Continua a far discutere la questione ''bonus bebè''. Dopo la proposta elaborata dalla giunta Ferrari, la minoranza ''Insieme per Oggiono'' aveva espresso più di una perplessità sull'iniziativa, parlando di diseguaglianza, a giudicare dai criteri di aggiudicazione rivolti alle famiglie. Proprio per questa ragione il gruppo di opposizione proponeva un'alternativa: il rimborso delle rette.
Non si è fatta attendere la replica dell'assessore ai servizi sociali, Debora Acerbi, che rispedisce al mittente le critiche.
Di seguito pubblichiamo il suo intervento, fermo restando che lo spazio resta a disposizione degli interessati se avessero qualcosa da aggiungere sulla vicenda:
Debora Acerbi
Premetto che il bonus bebè nasce come omaggio e vicinanza da parte dell’amministrazione ai nuovi nati senza distinzione alcuna, se non quella di essere residenti naturalmente.
Mi chiedo come si possa dire che il criterio di distribuzione ai nuovi nati sia ingiusto! Ingiusto che le famiglie siano state ritenute tutte uguali?
Infastidisce che gli oggionesi, cittadini di questa comunità, siano stati per la prima volta trattati tutti allo stesso modo?
Sono stati spesi 5 milioni di euro in 4 anni per l’assistenza alle persone in difficoltà e ci si scandalizza se siano stati distribuiti 30 mila euro per
tutte le nostre famiglie senza distinzione di reddito, se non fino a 70 mila?
I ''maestri dell’etica e della morale'' indicano che si sarebbero potuti
distribuire rimborsando il 25% delle rette per asilo nido e centro prima
infanzia….
Altro che 25% di rimborso, abbiamo dovuto risanare un debito di quasi un
milione di euro sulla scuola materna lasciato dalla giunta Riva e oltretutto
abbiamo incrementato il procapite da 50 a 70 euro per ogni singolo bimbo
oggionese……
Poniamoci invece una domanda: come è stato possibile che nonostante
il tempo di crisi e di scarso approvvigionamento da parte dello Stato, la
giunta Ferrari abbia pagato debiti lasciati dai predecessori, non abbia acceso
mutui, non abbia tagliato servizi , sia riuscita a tirar fuori 30mila euro per
omaggiare le nostre nuove famiglie……o siamo dei grandi maghi, o forse gli
amministratori precedenti hanno ''perso dei pezzi'' e non sono riusciti a capire
ancora oggi dove li hanno lasciati!

Debora Acerbi
Assessore alla Famiglia e politiche alla persona
.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco