Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 255.725.311
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 22 gennaio 2014 alle 18:25

Barzanò: 'Billa' ha chiuso i battenti, dal 27 ''cigs''. Alcuni interessamenti sullo stabile

Ha chiuso definitivamente i battenti il supermercato Billa di Barzanò. Sabato pomeriggio il punto vendita ha salutato i clienti e abbassato per sempre, le saracinesche. Non riaprirà più, perlomeno con l'attuale marchio. Una decisione presa dall'azienda alcune settimane fa per motivi legati al contratto d'affitto dello stabile, oltre a politiche societarie.
Intanto lo scorso giovedì in Regione Lombardia è stato siglato l'accordo per la cassa integrazione straordinaria per i dipendenti del punto vendita: inizialmente 14, di cui 7 full time e i restanti part time.

Il supermercato Billa sabato pomeriggio, ultime ore di apertura al pubblico

I termini relativi all'ammortizzatore sociale partiranno il prossimo 27 gennaio per la durata di un anno. In questo lasso di tempo, come hanno confermato i referenti sindacali di Cgil, Cisl e Uil che hanno seguito la questione, saranno avviate le trattative per la ricollocazione dei dipendenti nei punti vendita del gruppo, che si trovano nelle province di Bergamo, Como, Monza e Milano. ''Il problema maggiore si pone per i lavoratori, soprattutto donne, che hanno un contratto part-time e per i quali spingersi troppo lontano sarebbe insostenibile'' ci ha spiegato Fabrizio Bonfanti di Uiltucs Uil. ''Abbiamo già fissato per le prossime settimane un incontro con i vertici della società. E' nostra intenzione tenere monitorata costantemente la vicenda''.
Un risultato positivo comunque, quello della cassa integrazione straordinaria, se si considera che la prima richiesta dell'azienda era stata la messa in mobilità di tutti i dipendenti.


In questi giorni procedono le operazioni per lo smantellamento dello stabile, sul cui destino vige attualmente il più stretto riserbo.
Voci insistenti indicano potenziali interessamenti da parte di aziende del settore alimentare, per il subentro nell'ex sede Billa. Ma al momento non c'è nulla di ufficiale. Quello che è certo ad oggi, è che Barzanò ha perso lo storico punto vendita di Piazza Mercato.
Inaugurato sul finire degli anni Ottanta come Supermercati Brianzoli, il negozio era poi passato al marchio Standa, sino al 2009 quando è avvenuta l'acquisizione della società da parte dei tedeschi di Billa. E da pochi giorni sull'attività alimentare è calato il sipario, almeno per il momento.
Articoli correlati:
19.12.2013 - Barzanò: cassa integrazione di un anno per i dipendenti Billa. Si tratta sulla 'ricollocazione'
09.12.2013 - Barzanò: trattative sindacali per definire le sorti dei lavoratori 'Billa' che a breve chiude
25.11.2013 - Barzanò: rischio chiusura per il Billa. Al via le trattative coi sindacati per i 14 lavoratori
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco