• Sei il visitatore n° 344.875.458
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 27 gennaio 2014 alle 16:39

Rogeno: finanziamento regionale per il progetto di riqualificazione dell’isola ecologica

Sono ben 53 i comuni ad aver ottenuto un finanziamento regionale per la realizzazione o la ristrutturazione di piattaforme per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani e speciali.
Con un decreto del 15 gennaio la direzione centrale di programmazione integrata e finanza del Pirellone ha infatti assegnato i contributi per un totale di quasi 10 milioni di euro.


"Grazie a questa sovvenzione andiamo a risolvere una situazione che si trascina ormai da parecchi anni: il nostro centro di raccolta oggi si presenta piccolo, ma soprattutto non rispetta la normativa vigente. Siamo molto soddisfatti di aver ottenuto il contributo che ci consente un'importante riqualificazione del sito, ovvero il raddoppiamento della superficie e l'ammodernamento delle strutture" ha riferito il sindaco Antonio Martone.
La piattaforma ecologica di via Calvenzana Inferiore dunque nei prossimi mesi non solo sarà soggetta ad un intervento di messa a norma, ma verrà notevolmente ampliata.

Il progetto di restyling della piattaforma ecologica

"I lavori - ha precisato il primo cittadino si effettueranno su una superficie di proprietà comunale. Quest'area, però, si trova al confine con Costa Masnaga e, in previsione di ulteriori futuri sviluppi, abbiamo chiesto al sindaco masnaghese una variazione del loro Pgt per rendere il terreno adiacente compatibile con un eventuale ampliamento. Abbiamo già ottenuto il suo assenso e vorremmo quindi ringraziarlo per la sua disponibilità".
L'area complessiva del centro di raccolta differenziata passerà da circa 1000 mq a 2600 mq e presenterà una serie di aree nuove. Innanzitutto l'ingresso e l'uscita dal centro saranno separati per consentire una maggior sicurezza ai veicoli in transito e creando così un percorso ad anello. Gli accessi saranno controllati da una sbarra. All'interno dell'isola ecologica verrà installata una tettoia di circa 84 mq per raccogliere i rifiuti che necessitano, in base alle normative statali, di essere coperti.


Poi è prevista un'area dove verranno posati sette container che raccoglieranno tutte le tipologie di rifiuto ad oggi esistenti. Questi contenitori si trovano un metro e mezzo più in basso rispetto al piano stradale, tramite cui sono collegati grazie ad una rampa. In tal modo, le vetture potranno accostarsi al contenitore di loro interesse e gettare la spazzatura in tutta comodità. Al termine del percorso è infine possibile trovare un cassone che raccoglie i rifiuti vegetali.
Sarà inoltre recuperato anche l'edificio che si trova nei pressi dell'attuale ingresso: dopo l'intervento di ripristino, questi 45 mq verranno utilizzati come locale per il custode e come deposito per gli strumenti di controllo dell'isola ecologica.
"Tutta l'area verrà inoltre completamente impermeabilizzata e l'acqua che si troverà sul piazzale finirà nell'impianto di prima pioggia contemplato dalla normativa vigente. Infine verranno demolite le vecchie strutture del depuratore che sono ormai obsolete" ha spiegato Francesco Corti, assessore ai lavori pubblici e all'urbanistica.


Nel Pgt entrato in vigore nel gennaio di questo anno, l'amministrazione ha inoltre inserito una nuova ipotesi. Via Calvenzana Inferiore è attualmente a fondo cieco, tuttavia viene lasciata aperta la possibilità di far proseguire la strada a lato della piattaforma ecologica, consentendo così il collegamento con via Fermi.
Il costo dell'intervento è stimato intorno ai 300 mila euro, dei quali 144 finanziati tramite contributo regionale, la restante quota da mutuo che sarà acceso dal comune.
Oltre a Rogeno, nel lecchese hanno ottenuto il contributo i comuni di Carenno, Colico e Valmadrera. Missaglia e Monticello invece, non sono stati ammessi.
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco