• Sei il visitatore n° 344.922.126
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 01 febbraio 2014 alle 16:33

Rogeno: successo per la mostra della Shoah rivolta ai bambini

"L'albero della memoria. La Shoah e i genocidi spiegati ai bambini" questo il titolo della mostra organizzata a Rogeno dalla biblioteca comunale e dalla Cooperativa L'Indice. L'iniziativa ha riscosso un grande successo tra grandi e piccini: lo scopo era quello di celebrare la Giornata della Memoria ricordando non solo l'Olocausto, uno dei genocidi più tristi della storia, ma anche altri stermini che hanno "insanguinato" il pianeta nel XX secolo. La mostra, utilizzando il linguaggio e la delicatezza giuste, ha messo in scena le tragedie guardandole dagli occhi dei bambini, raccogliendo le testimonianze da diari o ricordi di coloro che sono stati costretti a smettere di giocare troppo presto per affrontare i ghetti, i campi di concentramento, i lavori forzati o la guerra civile. Con forte interesse gli alunni della scuola primaria si sono fatti accompagnare nelle tristi pagine della storia, dall'Armenia ai gulag sovietici, dal massacro in Cambogia alle guerre civili in Ruanda e Iugoslavia, per conoscere il passato e per cercare di comprendere quanto sia importante il cercare la pace a cominciare dal proprio vissuto quotidiano. Il messaggio finale della mostra era infatti un messaggio di pace e il simbolo conclusivo era quello di un albero.


Sì, perché "in tempo di guerra, quando le famiglie vengono disperse e uccise e le case razziate o bombardate, accade che siano gli alberi a farsi carico della memoria delle persone" e quando viene primavera gli alberi rifioriscono e danno frutto. Ricordare genera speranza per un futuro migliore e, come ha commentato una bambina a conclusione della visita alla mostra, "Dopo il giorno della memoria inizia la primavera". Le insegnanti, le bibliotecarie e i genitori si augurano che una simile iniziativa abbia gettato un seme nella fertile mente di questi bambini e che possa far crescere giovani sensibili ai temi della pace e dei diritti umani.
M.Mau
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco