Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.867.267
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 04 febbraio 2014 alle 08:14

Annone B.: 40 squadre e oltre 400 piccoli atleti alla 12esima edizione del torneo della merla

                                                                  L'assessore Antonio Dotti e il sindaco Carlo Colombo durante le premiazioni

Più di 400 bambini partecipanti. Con questi grandi numeri si sono tirate le somme della dodicesima edizione del Torneo della merla, conclusasi domenica 2 febbraio.


La manifestazione è organizzata dall'amministrazione comunale in collaborazione con il gruppo sportivo GSO San Giorgio e grazie al contributo della trafileria Scerelli di Annone.


Un vero successo che sembra non stancare mai, visti i numeri che con il passare degli anni non accennano a diminuire. Anzi, la manifestazione va sempre crescendo, tanto che quest'anno hanno partecipato gruppi provenienti non solo dalle province di Lecco e Como, ma addirittura dall'area bergamasca.


Piace l'idea all'origine dell'evento: far divertire i propri ragazzi grazie a un momento di condivisione. "Divertirsi è la parola che meglio risponde alla finalità del nostro torneo. Questa è la faccia bella dello sport e questi sono i valori che ci piacerebbe portare avanti. Si tratta di uno sport bello, pulito e lontano da quello di cui spesso leggiamo. Quello non è più sport, ma si trasforma in qualcos'altro" ha commentato il sindaco Carlo Colombo.


Non sono mancate parole di apprezzamento a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione, spalmata su un arco di quattro domeniche consecutive. "Senza i volontari sarebbe impossibile la realizzazione di questo torneo'' ha aggiunto il primo cittadino.


''Un grande grazie va allo sponsor Trafileria Scerelli, che da dodici anni contribuisce alla realizzazione della giornata. In questo torneo, infatti, tutti i partecipanti se ne vanno via con un piccolo regalo indipendentemente dall'esito della gara. Ringrazio poi il gestore del centro sportivo, che ci fa trovare la palestra sempre pulita ed accogliente. Infine un doveroso grazie va a tutti gli allenatori delle squadre che speriamo di rivedere anche l'anno prossimo".


Complessivamente quest'anno hanno partecipato 40 squadre: 24 le prime due domeniche, che hanno visto protagonisti i ragazzi nati nel 2006-2007, mentre 16 formazioni di bambini del 2005 si sono sfidate nelle altre due domeniche.


Paolo Cesana, presidente del gruppo sportivo annonese, ha espresso parole di riconoscimento nei confronti di Roberto Bartesaghi, che l'ha preceduto nel ruolo per un ben nove anni: "ringrazio Roberto che c'è sempre e che non ci fa mai mancare il suo appoggio. I risultati di queste quattro domeniche di sport indicano che per noi tutti i bimbi sono vincitori. Quello che conta è che siano contenti".


La particolarità di questo torneo è che si va al di là della vittoria per trasmettere ai piccoli altri valori in quel quarto d'ora che vivono sul campo affrontando gli avversari. I più giovani hanno giocato a calcio a tre per dare loro modo di prendere confidenza con le partite, mentre i più grandi si sono sfidati a calcio a cinque. Ciascun atleta ha infatti ritirato al termine della gara uno zainetto e uno scalda collo.


Il torneo, come anticipato, si disputa ormai da 12 anni. Per otto anni è stato gestito dal G.S. Annone e dall'ASD Arcadia grazie al patrocinio del municipio, che consentiva l'utilizzo della palestra.


Grazie all'assessorato allo sport guidato da Antonio Dotti, si è riusciti tuttavia ad ottenere l'esclusività della manifestazione: "quattro anni fa, come amministrazione, abbiamo deciso di depositare il marchio, ottenendo così un brevetto che, per dieci anni, impedisce ad altri di ‘rubare' il nome torneo della merla", ha spiegato l'assessore.

contributo fotografico di Gianluca Goretti
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco