Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 242.270.209
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 18 marzo 2014 alle 17:22

Rogeno: oltre mille iscritti per la camminata "Tra fantasia e natura". Entusiasti i bambini



Un successo oltre ogni aspettativa quello ottenuto dalla camminata ''Tra fantasia e natura'', un percorso di circa tre chilometri nel bosco che si affaccia sul lago di Rogeno.





Più di mille bambini hanno aderito all'iniziativa, tanto che l'apertura della passeggiata è stata anticipata alle 9 di domenica 16 marzo.





Ogni dieci minuti un gruppo di ragazzini, accompagnati dai genitori, è stato trasportato in un mondo fantastico per circa un'ora e un quarto.



Bocca aperta e stupore tra i più piccoli quando hanno incontrato la fata puntina che, dopo essersi svegliata, ha consegnato a ciascuno di loro una mappa che indicava il sentiero da seguire.





Tanti poi in successione i personaggi di fantasia puerile che hanno popolato il bosco: i folletti, l'albero parlante, gli gnomi e i funghi parlanti. Diverse anche le animazioni a tema per riprendere alcuni aspetti della vita boschiva: il boscaiolo ha spiegato ai bambini come individuare l'età degli alberi e ha regalato loro un pezzo di legno lasciando il compito di contare gli anelli, mentre una donna anziana ha spiegato loro i diversi tipi di piante e li ha invitati a sentirne il profumo.





Sulla passeggiata i bambini hanno avuto poi modo di scoprire tanti animali e uccelli imbalsamati, oltre che attraversare il villaggio delle fate. Al termine del percorso il vecchio saggio si è fatto aiutare dai più piccoli a riepilogare i personaggi incontrati e ha infine consegnato loro un attestato che li dichiarava amici del bosco.





I piccoli, armati di un sacchetto per raccogliere le varie esperienze, hanno avuto modo di approcciarsi in maniera scientifica alla realtà e di interagire con i personaggi che incontravano sul cammino. Inoltre molto apprezzata l'idea di ricreare il teatro in un ambiente naturale, grazie alle ambientazioni realizzate come funghilandia o il villaggio delle fate.





L'iniziativa, che ha richiamato famiglie da tutto il circondario, è la tappa visibile e tangibile del metodo didattico attivo-esperienziale avviato dalla scuola dell'infanzia "A. Ratti" di Rogeno nel corso dell'anno.



Non solo. Nel 2013 il progetto ha addirittura vinto un bando ministeriale battendo le università e i centri di ricerca nazionali.





Tra le motivazioni che giustificavano la scelta, oltre all'innovazione e all'originalità, veniva sottolineata la capacità di fare rete sul territorio, dando vita così a un percorso che ha impegnato le realtà presenti a Rogeno.





Hanno infatti aderito e collaborato la biblioteca comunale, il gruppo teatrale ‘I tre pensieri', il gruppo micologico, la Pro Loco, il gruppo pescatori, la protezione civile, la sezione Aido, il punto di incontro di Casletto e la Goccia. Sul versante istituzionale, patrocinano l'evento la provincia di Lecco, il comune di Rogeno, il Parco Valle Lambro e l'ecomuseo del distretto dei monti e dei laghi briantei.





I bambini sono stati i primi a dimostrarsi entusiasti della passeggiata in cui si sono lasciati ''rapire'' da quelle simpatiche e originali storie raccontategli dagli abitanti del bosco. La bella giornata ha fatto poi il resto. Al termine del percorso erano presenti diversi stand e i più piccoli hanno avuto modo di divertirsi ancora cimentandosi nel disegno.



E' nelle intenzioni degli organizzatori di riproporre la manifestazione anche in autunno, quando il bosco cambia l'aspetto per via dell'avvento di una nuova stagione.




M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco