• Sei il visitatore n° 360.860.477
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 11 aprile 2014 alle 08:40

I familiari di Piero Serenthà, disperso sul Cornizzolo, lanciano un disperato appello

"Nonnino dove sei?". Il più piccolo dei nipoti di Piero Serenthà si aggira per casa cercando il nonno. Ma il nonno è rimasto in montagna. Forse si è inoltrato nel bosco, si è seduto su una panchina, si è smarrito nelle campagne ai piedi del Cornizzolo, il monte che svetta sopra Lecco e dove sabato 5 aprile era andato a fare una passeggiata con la moglie e una coppia di amici. E' da sabato, da quando scompare dalla webcam del rifugio Marisa Consigliere, che lo cercano ininterrottamente, anche la notte, quando le perlustrazioni ufficiali si fermano, figli, parenti e amici con le torce nei boschi limitrofi.
Nonno Piero, medico in pensione, conosciuto a Monza come ex-direttore del Coro Fioccorosso, di amici ne ha tanti. Che da sabato stanno battendo palmo a palmo quel monte, il lago più a valle e tutti i paesi intorno alla montagna. Partono, ognuno da un sentiero diverso, per poi ritrovarsi lassù, senza alcuna notizia, ma senza perdere la speranza. Poche le segnalazioni che ancora non hanno però portato a nulla.

Piero Serenthà

Dopo il Soccorso alpino, la Forestale, la Protezione civile, le Unità cinofile, coordinate dai Carabinieri, sono oltre sessanta tra amici e conoscenti che hanno fatto rete intorno alla famiglia Serenthà cercando quell'anziano smarrito, con un maglione rosso-bordeaux e i jeans, che sembra svanito nel nulla.
In primo luogo Canzo ed Eupilio, ma anche Civate, Suello, Cesana Brianza, Valmadrera, Longone al Segrino, Pusiano, Erba. Sono i paesi dove parenti e amici sono andati porta a porta ad affiggere il volantino con la foto di quell'anziano sorridente, a chiedere a banche e negozi con la webcam di visionare le registrazioni e segnalare un passaggio, dando una speranza, indirizzando le ricerche.
Una rete stretta intorno a una famiglia che adesso chiede aiuto alla popolazione di quei paesini del lecchese e del comasco. Piero Serenthà potrebbe essere lì dove a nessuno viene in mente di guardare.
Stanotte l'elicottero era ancora in volo, oggi le Unità cinofile tornano al Cornizzolo, ma l'aiuto più prezioso potrebbe venire da una rete più grande, quella fatta di ogni segnalazione, di ogni ipotesi. Può essere l'anfratto dove si giocava da bambini, la parte più nascosta del campo dove il contadino non si reca da giorni, la tenuta privata di una villa dove la webcam custodisce una traccia di un passaggio che potrebbe permettere di ritrovarlo.
L'appello dei figli e dei parenti oggi è questo: "aiutateci, voi che conoscete ogni angolo dei vostri paesi, dei vostri boschi e delle vostre campagne, a guardare dove nessuno ha ancora pensato di fare". E poi chiamate. I numeri sono 333/4379602, 3358194008, 328.5688023.
Il caso di Piero Serenthà, mercoledì sera è stato trasmesso anche dalla nota trasmissione Chi l'ha visto? in onda su Raitre.
Articoli correlati:
09.04.2014 - Suello: disperso sul Cornizzolo il 77enne Pietro Serenthà. Proseguono le ricerche
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco