Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 255.999.467
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 21 aprile 2014 alle 20:21

Sirone: i nomi dei candidati di Uniti per Sirone, lista di Canali

Uniti per Sirone si presenta: oltre al candidato sindaco Matteo Canali, che tenterà di svolgere il terzo mandato consecutivo, come previsto dal decreto Delrio, saranno dieci le persone che lo accompagneranno in questa corsa alle elezioni.
Il candidato sindaco
Matteo Canali
La maggior parte dei componenti ha già avuto una precedente amministrativa nel corso del quinquennio, mentre quattro sono le new-entry: Tiziana Pelucchi, 46 anni, architetto, Beatrice Corti, 43, impiegata, Giovanna Sala, 28, impiegata commerciale e Mattia Fantina, 25, laureto in scienze ambientali.
Lo ''zoccolo duro'' è invece costituito da Emanuele De Capitani, 49 anni, impiegato, Antonio Redaelli, 49, imprenditore, Dario Corti, 41, direttore di banca, Fabrizio Riva, 41, geometra, Ernesto Viganò, 34, ingegnere, Franco Molteni, 26, impiegato.
"Il mondo degli enti locali in questi anni è cambiato radicalmente ed anche gli amministratori si sono dovuti aggiornare, è diventato tutto molto più complesso e le normative cambiano di giorno in giorno - ha spiegato il candidato sindaco - ritengo sia di particolare importanza in questo momento avere la capacità di dialogare con i sindaci dei comuni confinanti e con gli enti sovra comunali. La vigente normativa infatti impone di definire, nei prossimi mesi, le unioni dei servizi che non potranno più essere svolti singolarmente dai comuni con meno di 5000 abitanti. Sotto questo punto di vista credo, se sarò riconfermato sindaco, di poter mettere a frutto l'esperienza maturata in qualità di presidente della conferenza dei sindaci dell'oggionese, oltre che la mia esperienza e professionalità lavorativa".
Canali pone l'accento su una particolare questione: i tributi. A seguito della drastica riduzione delle entrate comunali, i comuni hanno infatti dovuto prestare ancor più attenzione al controllo della spesa per evitare di aumentare le tasse locali a discapito dei cittadini.
"Abbiamo lavorato molto per mantenere ai livelli minimi la pressione fiscale locale. Non abbiamo applicato l'addizionale comunale Irpef; l'Imu prima casa, quando dovuta, è sempre stata con l'aliquota minima e nel 2013 i sironesi non hanno dovuto pagare la mini Imu. Abbiamo inoltre scelto, per la tassazione dei rifiuti, di non
Il logo della lista del candidato
sindaco Matteo Canali
introdurre la Tares, che, nei comuni dove applicata, ha comportato forti aumenti in particolare per le famiglie. La scelta di aumentare la pressione fiscale sarebbe stata forse la più semplice. Invece, abbiamo deciso con convinzione di seguire una strada molto più impegnativa, cercando di spendere al meglio le risorse disponibili, recuperando contributi dagli enti sovra comunali"
ha sottolineato Canali.
A questo proposito gli amministratori hanno stimato in quanto è consistito il risparmio delle famiglie sironesi: "2 milioni 435 mila euro è la cifra rimasta nelle tasche dei cittadini grazie alla nostra capacità di concorrere ai bandi e alle iniziative proposte da Provincia, Regione e Stato, o grazie ad accordi e convenzioni sottoscritte con privati. Sul nostro sito internet www.unitipersirone.it è indicato l'elenco puntuale delle opere realizzate" ha proseguito il candidato.
Un gruppo di giovani sostenitori affianca la lista civica: "Puntiamo molto sui ragazzi come momento di crescita di coloro che domani potrebbero essere gli amministratori del nostro territorio. E' infatti nostra intenzione far partecipare con gradualità i giovani a un impegno sociale e civile segno di appartenenza ad una comunità, ricordando come l'obiettivo che ci muove deve essere solo ed esclusivamente il bene comune".
M.Mau.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco