• Sei il visitatore n° 360.855.413
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 26 aprile 2014 alle 16:45

Cornizzolo: è di Piero Serenthà la salma rinvenuta in una zona boschiva a Canzo. Il medico monzese era disperso da 20 giorni

Piero Serenthà
E' giunta la conferma: è stato identificato in Piero Serenthà, il cadavere rinvenuto questa mattina sul Cornizzolo.
Si sono purtroppo spente le speranze dei familiari del 77enne monzese, disperso dal pomeriggio di sabato 5 aprile, quando si era recato sul monte a cavallo delle due province in compagnia della moglie e di una coppia di amici.
La salma dell'uomo, come riferiscono i volontari del soccorso alpino, è stata rinvenuta in un bosco impervio, nel comune di Canzo, più precisamente nei pressi delle Fonti Gajum e della chiesina di San Miro. Un luogo piuttosto lontano dal rifugio Marisa Consiglieri a Civate, dove oltre venti giorni fa Serenthà aveva pranzato in compagnia della moglie e di alcuni amici. Con tutta probabilità l'uomo, medico geriatra in pensione, che soffriva di problemi di salute, dopo aver macinato chilometri e chilometri a piedi si era smarrito, trovandosi poi in un punto scosceso della montagna dal quale presumibilmente non ha più potuto tornare indietro.
La chiamata al soccorso alpino è giunta intorno alle ore 11 dalla centrale 118, che a sua volta era stata allertata da un gruppo di volontari che si trovavano alla ricerca del medico monzese. Dal 5 aprile scorso non si sono fermate infatti le operazioni di forze dell'ordine e non solo: Protezione Civile, Carabinieri, Guardia Forestale, Croce Verde di Bosisio, con numerose perlustrazioni a terra e in elicottero.
Non si erano fermati nemmeno i familiari del medico, che hanno tappezzato l'intero territorio lecchese, comasco e monzese di manifesti ritraenti il loro congiunto, nella speranza che potesse venire identificato. In effetti una segnalazione giunta poco dopo la scomparsa arrivava da una donna che aveva riferito ai volontari di aver incontrato Serenthà proprio nei pressi delle Fonti Gajum a Canzo. Poco lontano in effetti dal luogo in cui è avvenuto il tragico rinvenimento odierno. E mercoledì scorso, un'inviata del programma Rai ''Chi l'ha visto?'' ha incontrato il fratello di Piero, Guido, ricostruendo la storia del medico e della sua misteriosa scomparsa.
L'uomo, secondo gli elementi raccolti, sarebbe stato riconosciuto dagli abiti che indossava, gli stessi del giorno della scomparsa. Intorno alle 15,30 la salma di Serenthà è stata prelevata da un carro funebre, alla presenza dei familiari chiamati dai carabinieri per effettuare la dolorosa identificazione.
Articoli correlati:
24.04.2014 - Sulla scomparsa Piero Serenthà un servizio a ''Chi l'ha visto?''. Da 20 giorni nessuna traccia
16.04.2014 - Sulla scomparsa di Piero Serenthà, ricerche nell'erbese. Si cercano i 2 testimoni oculari
13.04.2014 - Proseguono le ricerche di Piero Serenthà, disperso da una settimana sul Cornizzolo
11.04.2014 - I familiari di Piero Serenthà, disperso sul Cornizzolo, lanciano un disperato appello
09.04.2014 - Suello: disperso sul Cornizzolo il 77enne Pietro Serenthà. Proseguono le ricerche
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco