Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.702.909
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 16 giugno 2014 alle 19:58

Casatenovo: incontro tra sindacati e vertici ''Vismara''. Segnali di apertura dall'azienda

Spiragli nella trattativa tra sindacati e Vismara, il salumificio casatese dove per tre giorni è andato in scena un presidio dei dipendenti per dire no all'ipotesi di affidare quasi la metà della forza lavoro ad una cooperativa esterna, per alleggerire i costi aziendali.


Proprio questo pomeriggio, al termine della terza mattinata di sciopero, i sindacalisti Massimo Sala di Flai Cgil e Enzo Mesagna di Fai Cisl hanno incontrato i dirigenti della realtà alimentare caasatese che da qualche anno si è trasferita dalla storica sede di Via del Lavoro a Cascina S.Anna di Campofiorenzo. E il confronto per la prima volta pare abbia offerto segnali di speranza per i lavoratori. ''C'è stato uno spiraglio negoziale che potrebbe portare alla condivisione di un accordo'' ha spiegato Massimo Sala al termine dell'incontro. ''Mercoledì ci troveremo nuovamente con l'azienda per proseguire questa fase di confronto. La trattativa è solo all'inizio, ma siamo fiduciosi perchè oggi per la prima volta si è aperta la possibilità di negoziare''.


I dettagli della trattariva sono al momento ''top secret'': pare tuttavia che si stia discutendo sia sui numeri dei lavoratori da affidare alla cooperativa, sia sulle garanzie per i dipendenti stessi. In poche parole sugli aspetti normativi e la conseguente tutela per i lavoratori, temi che per i sindacati sono sempre stati prioritari. Il timore del passaggio di gran parte della forza lavoro ad una cooperativa risiede infatti nelle eventuali penalizzazioni nell'ambito delle tutele economiche ma soprattutto normative, che con il passaggio dalla realtà aziendale a quella di una cooperativa, potrebbero ricadere sulla forza lavoro.
Non resta dunque che attendere mercoledì pomeriggio, quando si terrà nuovamente un confronto tra sigle sindacali e vertici della Vismara.


Intanto, come dicevamo, si è tenuta quest'oggi la terza e per il momento ultima giornata di sciopero dopo i presidi andati in scena venerdì e sabato mattina. Stamani a Cascina S.Anna è giunto anche l'onorevole Gian Mario Fragomeli, intervenuto per avere un quadro più preciso della vicenda e per portare la propria solidarietà ai dipendenti.
Stasera, nell'ambito del primo consiglio comunale di insediamento dell'amministrazione casatese non è esclusa la partecipazione di qualche lavoratore dell'azienda, considerando che il consigliere del Movimento 5 Stelle, Loana Trevisol, ha affermato di voler presentare un'interrogazione urgente sulla delicata vicenda che coinvolge decine e decine di persone, quasi tutte residenti in paese.
Articoli correlati:
14.06.2014 - Casatenovo: il sen.Arrigoni in visita ai dipendenti ''Vismara''
13.06.2014 - Il sindaco Galbiati: ''grande attenzione alla vicenda e pronti al dialogo''
13.06.2014 - Trevisol (M5S): in consiglio presenterò un'interrogazione urgente sulla questione
13.06.2014 - Casatenovo: protesta dei lavoratori Vismara contro l'ipotesi di esternalizzare metà della forza lavoro ad una cooperativa
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco