Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 246.976.143
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 17 luglio 2014 alle 08:16

Barzanò: i punti vendita Billa a Carrefour, si teme per il futuro dei lavoratori in forze

Occhi puntati, da parte delle sigle sindacali, sul futuro dei punti vendita Billa, dopo la cessione di gran parte di questi ultimi, al gruppo francese Carrefour. In particolare è l'ex sede di Via Monsignor Colli a Barzanò a destare preoccupazione. In concomitanza con la chiusura avvenuta a gennaio a seguito di una decisione aziendale, in Regione Lombardia era stato siglato l'accordo relativo alla cassa integrazione straordinaria per i dipendenti del punto vendita: inizialmente 14, di cui 7 full time e i restanti part time.

L'edificio che ospitava il supermercato Billa

L'ammortizzatore sociale ha preso il via ufficialmente il 27 gennaio con durata prevista di un anno; in questo lasso di tempo tuttavia, l'azienda si era impegnata a valutare la ricollocazione dei dipendenti nei punti vendita del gruppo, che si trovano nelle province di Bergamo, Como, Monza e Milano. Chiaramente la recente acquisizione dei punti vendita Billa da parte di Carrefour pone un interrogativo non indifferente sul futuro dei lavoratori dell'ex sede barzanese: solo una minima parte della forza lavoro era stata subito ricollocata in altri supermercati del marchio austriaco, mentre la restante fetta sta attualmente usufruendo dell'ammortizzatore sociale, senza prospettive certe rispetto all'eventuale ricollocazione lavorativa.
''Siamo in attesa di capire cosa succederà'' ha affermato Tina Coviello, referente sindacale di Fisascat Cisl, che aveva seguito sin dall'inizio la vertenza. ''Certamente questa acquisizione da parte di Carrefour rimescola le carte in tavola. Dobbiamo ancora fare chiarezza rispetto ad alcuni temi: innanzitutto quanti punti vendita passeranno al nuovo marchio e cosa potrebbe cambiare per la forza lavoro rispetto agli accordi stretti con Billa a gennaio''.
''La questione è sul tavolo nazionale, dal momento che coinvolge numerose sedi Billa del Nord Italia. Restiamo in attesa degli eventuali sviluppi derivanti dagli incontri in programma nei prossimi giorni'' ha commentato Fabrizio Bonfanti di Uiltucs Uil.
A questo proposito il prossimo 21 luglio a Milano, si terrà il vertice nazionale congiunto sulla questione Billa-Carrefour con i sindacati, per definire i dettagli del passaggio sotto tutti gli aspetti del caso. La speranza è che la cessione non porti a licenziamenti per i dipendenti dell'ex punto vendita barzanese una volta scaduti i termini della cassa integrazione.
Per quanto riguarda invece lo stabile di Via Monsignor Colli a Barzanò che sino a gennaio ha ospitato il supermercato, non cessano le insistenti voci che indicano potenziali interessamenti da parte di aziende del settore alimentare del territorio. Al momento non vi è ancora nulla di ufficiale, ma pare che si siano svolti già diversi incontri con un privato fortemente interessato ad occupare gli spazi vendita, oggi tristemente vuoti, nel cuore del paese, dando nuova vita ad una sede storica per il commercio in paese.
Articoli correlati:
22.01.2014 - Barzanò: 'Billa' ha chiuso i battenti, dal 27 ''cigs''. Alcuni interessamenti sullo stabile
28.12.2013 - Barzanò, chiusura del supermercato Billa: alcune considerazioni sulla destinazione urbanistica dell’area, prevista nel PGT approvato da ''Impegno Civico''
19.12.2013 - Barzanò: cassa integrazione di un anno per i dipendenti Billa. Si tratta sulla 'ricollocazione'
09.12.2013 - Barzanò: trattative sindacali per definire le sorti dei lavoratori 'Billa' che a breve chiude
25.11.2013 - Barzanò: rischio chiusura per il Billa. Al via le trattative coi sindacati per i 14 lavoratori
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco