Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.824.609
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 07 agosto 2014 alle 22:50

L'amministrazione di Barzanò è una "Pro Loco 2"? Riflessioni a seguito del dibattito in consiglio comunale

Edoardo Colzani
Caro direttore,
vorrei approfittare dello spazio della sua testata, che so essere letta e apprezzata da molti concittadini di Barzanò, per alcune riflessioni sull'operato dell'attuale amministrazione incarica - riflessioni che ritengo di formulare alla luce di un dibattito anche acceso sorto nell'ultimo consiglio comunale cui purtroppo poca cittadinanza ha (come sempre del resto) partecipato.
La vexata quaestio è: l'amministrazione Aldeghi è una Pro Loco 2?
Chiariamoci. Intanto, "Pro Loco 2" è la definizione utilizzata dalla pagina web de "La Sentinella" dagli amici di Vivere Barzanò, 'per evidenziare il fatto che questa amministrazione si stia adoperando in maniera mirabile per attività ludico ricreative, perdendo però di vista i grandi progetti e l'azione amministrativa.
Il Sindaco in Consiglio Comunale ha respinto questa critica, che invece mi pare trovi concordi tutti i consiglieri di minoranza, me compreso.
Non c'è nulla di male a essere una Pro Loco 2, per carità. Il lavoro di volontariato è apprezzabilissimo, la gente gradisce feste e salamelle (anch'io ci mancherebbe). Nulla quaestio.
Ma non mi si venga a dire che organizzare eventi e creare servizi a costo zero sia l'unico compito di una amministrazione comunale!
Io, ed è per questo che ho lasciato (senza rimpianti, peraltro) Impegno Civico, ritengo che il compito dell'amministratore locale sia altro. Sia fare "alta amministrazione". Che non significa disdegnare tutto ciò che è volontariato, è festa di piazza, impegno sociale. Assolutamente no.
Anzi sia ben chiaro che a suo tempo fui un convinto sostenitore della necessità di ravvivare con iniziative un paese dormitorio come era Barzanò. E continuo ad applaudire a tutte le iniziative messe in campo.

Dico però che la buona Amministrazione io la devo valutare anche per l'operato amministrativo, che significa:

-progettualità (vogliamo iniziare a parlare di come ripensare la piazza del Paese? E le ex scuole elementari?);
-ambizione (non posso accettare che la Casa del Fascio dalla destinazione originariamente prevista da Impegno Civico, ossia di teatro, oggi si appresti a diventare magazzino e locale per gli operatori comunali)
-capacità di prendere prese di posizioni nette;
-proattività;
-ingegnosità nel reperire fondi;
-attenzione e cura per gli atti amministrativi (che devono essere sempre motivati);
-capacità organizzativa e di indirizzo della macchina comunale (dare obiettivo agli uffici e tenerne monitorata l'esecuzione).

Molte di queste cose mancano o non sono adeguatamente sviluppate.

Abbiamo discusso in consiglio comunale una mia interrogazione sul piano edilizia scolastica. Barzanò non ha fatto alcuna richiesta al Governo, non ha presentato alcun progetto. Una buona volta che avremmo potuto utilizzare dei soldi senza lamentarci del Patto di Stupidità e di quanto Ladro sia lo Stato, noi che facciamo? NULLA. Nessuna richiesta al Governo è stata avanzata.
Fare le cose sì, ma farle bene. Questo era il motto di Impegno Civico quando decisi di dare il mio contributo. Motto in cui credo ancora.
Oggi però mi trovo a dover citare, condividendole, le affermazioni, sempre apparse su La Sentinella, degli amici di Vivere Barzanò: Barzano': Far le cose tanto per farle - Aula studio che funziona solo poche ore il Lunedi' e il Venerdi'. Chi ci andra' ? Area cani messa nel centro della piazza e che per dimensioni assomiglia piu' ad una toilette. Chi ce li portera' ?
Non solo. La mia dichiarazione di voto sul bilancio di previsione all'ultimo consiglio comunale, ha ricalcato le dichiarazioni di voto della Lega Nord: Riteniamo questo bilancio previsionale scarso di contenuti, ai limiti della sopravvivenza e mancante di un minimo di iniziativa ed ingegno, per creare almeno i presupposti e le basi ad un futuro sviluppo.
Edoardo Colzani - Consigliere Indipendente Comune di Barzanò
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco