Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 220.085.912
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Sabato 06 settembre 2014 alle 17:07

Molteno, Redaelli: chiediamo un centro di stoccaggio rifiuti provvisorio come tanti in provincia. Non discariche né forni

A seguito di riunioni, consigli comunali e della nascita di un comitato che hanno visto al centro del dibattito la realizzazione di un centro di stoccaggio rifiuti in località Raviola a Molteno, oggi a parlare è la ditta Redaelli Piergiorgio Spa, autore della richiesta relativa al discusso progetto ambientale. Un argomento che da mesi sta facendo parlare di sè non solo in territorio moltenese, ma anche nei comuni limitrofi.


In una nota che pubblichiamo in calce sotto, oltre a fornire la propria versione dei fatti, l'azienda moltenese si dice profondamente amareggiata per quanto sta accadendo. ''Abbiamo agito nella massima trasparenza legale per avanzare la nostra richiesta, seguendo tutti gli iter procedurali previsti dalla normativa. Dopo un percorso durato anni, ci dichiariamo molto amareggiati per il polverone sollevato''.
Di seguito pubblichiamo per intero il comunicato inviatoci nelle ultime ore da Redaelli Piergiorgio Spa che contiene anche alcune precisazioni di natura tecnica. Il medesimo testo verrà esposto nei comuni di Molteno, Garbagnate Monastero, Sirone e Rogeno a partire da lunedì 8 settembre sotto forma di manifesto:
In relazione al susseguirsi delle vicende che negli ultimi mesi ci hanno visti direttamente coinvolti,

ORA SPIEGHIAMO NOI

Abbiamo chiesto l’autorizzazione per creare un CENTRO DI STOCCAGGIO
PROVVISORIO o deposito temporaneo di materiale finalizzato a ridurre il numero di trasporti agli impianti finali di smaltimento. A Molteno, dunque, non sorgeranno discariche,
forni inceneritori e tantomeno impianti per bruciare o sotterrare i rifiuti.
Nei paesi limitrofi esistono già centri di stoccaggio provvisorio: Albavilla, Castello Brianza, Ballabio, Brivio, Cucciago, Figino Serenza, Lecco, Lurago d’Erba e Perego. Presentano le stesse caratteristiche del centro da noi richiesto, esistono da anni, ma non hanno avuto la sfortuna di diventare un bersaglio elettorale!
Nel 2012, al momento dell’avvio del nostro iter procedurale per ottenere l’autorizzazione, del Pgt a Molteno nemmeno si parlava. Il centro di stoccaggio provvisorio dovrebbe sorgere all’interno di un capannone già esistente e per questo è TOTALMENTE ESTRANEO ALL’AMBITO DI TRASFORMAZIONE ATR 08.
Nel 2007 abbiamo acquistato e realizzato sul territorio del Comune di Sirone una strada privata che conduce alla nostra azienda.
LA BRETELLA DI RAVIOLA NON E’ PER NOI DI ALCUNA NECESSITA’ E UTILITA’.
Abbiamo agito nella massima trasparenza legale per avanzare la nostra richiesta, seguendo tutti gli iter procedurali previsti dalla normativa. Dopo un percorso durato anni, ci dichiariamo molto amareggiati per il polverone sollevato.
La società Redaelli Piergiorgio, nata nel 1989, è cresciuta e conta di poter continuare la propria attività a Molteno, così come la famiglia Redaelli resterà ad abitare in questo paese cercando di superare le parole e i fatti offensivi che hanno profondamente leso la sua dignità.

Redaelli Piergiorgio Spa

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco