Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 243.165.987
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 23 settembre 2014 alle 08:27

Lecco: 52 iscritti al corso per pizzaioli, dato che fa pensare

Si sono chiuse venerdì scorso 19 settembre le iscrizioni al corso gratuito di pizzaiolo promosso da Network Occupazione (con il contributo economico e il sostegno di Provincia di Lecco e Camera di Commercio), nell'ambito del protocollo d'intesa sottoscritto per favorire la ricollocazione dei dipendenti espulsi dal mercato del lavoro in base ai fabbisogni professionali delle imprese lecchesi. Al corso di 140 ore complessive, che si svolgerà a partire dal mese di ottobre presso Confcommercio Lecco per quanto riguarda la parte generale (quella specifica-pratica si terrà invece presso il laboratorio del Centro Lariano F.lli Aghileri srl di Annone Brianza, in via per la Poncia), hanno presentato la loro domanda di iscrizione ben 52 persone a fronte dei 12 posti disponibili. Ora verranno valutate le domande e i curriculum e avverrà una selezione curata dall'Ufficio Formazione di Confcommercio Lecco.
"Il boom di iscrizioni dimostra sicuramente la bontà della proposta formativa predisposta, pensando anche al potenziale del nostro territorio per quanto concerne la ricettività e il turismo. Un corso impostato in sede di Network Occupazione insieme alle parti sociali e con il contributo di Provincia e Camera di Commercio. Un percorso rivolto a quanti volevano acquisire le competenze tecniche e professionali per lavorare presso laboratori di pizzeria di strutture ristorative o alberghiere o avviare un'attività in proprio - spiega il direttore di Confcommercio Lecco, Alberto Riva - Nello stesso tempo però questa risposta, che va oltre ogni aspettativa, fotografa il momento davvero drammatico dell'occupazione anche del Lecchese. Ricordo che al corso potevano accedere lavoratori disoccupati o in situazione di crisi aziendale - mobilità, cassa integrazione straordinaria, cassa in deroga - residenti o domiciliati in provincia di Lecco". E aggiunge: "Il nostro territorio, che fino a pochi anni fa gareggiava per il primato del tasso di disoccupazione più basso d'Italia, oggi si ritrova a fare i conti con una preoccupante mancanza di posti, in particolare per i giovani e per le donne, senza dimenticare la fascia dei 50enni espulsi dal mercato del lavoro. Le imprese, anche quelle del commercio dei servizi e del turismo, stanno facendo salti mortali per portare sviluppo e occupazione al territorio. Ma senza una ripresa vera, che passa dal rilancio dei consumi, dalla riduzione del costo del lavoro, dalla diminuzione della burocrazia, sarà difficile per le imprese restare competitive a lungo e quindi potere offrire un lavoro".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco