Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 248.159.405
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 03 dicembre 2014 alle 16:06

Casate: Galbusera, salvi sino a fine mese i lavoratori della produzione, ora scesi a 12

Ancora in forze all'azienda sino alla fine dell'anno. Nei giorni scorsi le sigle sindacali e i vertici della Galbusera Formaggi di Casatenovo hanno definito una ulteriore proroga al rapporto di lavoro per i dipendenti dell'ex comparto produttivo. ''Si è deciso di andare avanti così fino alla fine di dicembre. In sostanza per il momento resta tutto come prima'' ha spiegato Stefania Sorrentino, segretario di Filcams Cgil.
I lavoratori per i quali la cassa integrazione in deroga era scaduta con la fine del mese di agosto, quando il licenziamento appariva per loro più di un semplice rischio, resteranno in forze all'azienda sino alla fine di dicembre.

La Galbusera Formaggi di Casatenovo

Per un altro mese quindi, i dipendenti percepiranno un salario dovuto al TFR e ai compensi arretrati, ma allo stesso tempo matureranno i diritti lavorativi che spettano loro. Per quel che riguarda invece il futuro occupazionale di queste persone, qualche informazione in più potrebbe essere fornita dai vertici dell'azienda alimentare nel corso dell'incontro fissato con i sindacati per il prossimo 23 dicembre.
Nonostante sino alla fine dell'anno sia scongiurato l'imminente rischio di licenziamento per le persone rimaste in forza alla Galbusera, la situazione resta ancora provvisoria. Da qualche mese ormai, si rincorrono voci relative all'eventuale ingresso nell'azienda di Cassina de' Bracchi, di un nuovo attore, capace di risollevare le sorti della società, come noto, a seguito della congiuntura economica ha dovuto ridimensionare l'attività. Tuttavia al momento non vi è ancora alcuna certezza in merito. ''Incontreremo l'azienda il 23 dicembre e in quell'occasione cercheremo di capire eventuali prospettive per i lavoratori rimasti'' ha commentato Fabrizio Bonfanti, segretario Uiltucs Uil.
Chiaramente la speranza dei dipendenti Galbusera impegnati in produzione (il settore che ha conosciuto le maggiori problematiche a seguito della crisi) è legata all'arrivo di operatori interessati a far ripartire a pieno regime l'azienda, aprendo loro nuove possibilità occupazionali. Una trattativa rispetto alla quale al momento non sono ancora emerse novità ufficiali.
Nel frattempo il numero dei lavoratori del comparto produttivo (ex burrificio) rimasti legati all'azienda è sceso a dodici unità: i restanti sono riusciti a ricollocarsi o hanno comunque optato per altre soluzioni occupazionali.
Articoli correlati:
03.10.2014 - Casatenovo: 'Galbusera', lavoratori in forze all'azienda per altri 2 mesi. Siglato l'accordo
04.09.2014 - Casatenovo, Galbusera: il presidio sospeso, i lavoratori ancora in forze sino a fine mese
03.09.2014 - Casatenovo: trattativa alla Galbusera. Per una mattina sospeso il sit-in dei lavoratori
01.09.2014 - Casatenovo: è scaduta la ''cassa'' per i 24 ex lavoratori ''Galbusera'', rimasti senza lavoro
20.06.2014 - Casatenovo: 'F.lli Galbusera', a fine giugno scade la cassa in deroga per 24 dipendenti
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco