Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.706.683
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 05 dicembre 2014 alle 08:35

Scaccabarozzi: Rete e sinergie per combattere la crisi

Giuseppe Scaccabarozzi
“Mi sono trovato  subito alle prese con alcune situazioni di aziende in crisi come la Altof Srl in Liquidazione di Valmadrera ed altre. Sono soltanto  le ultime di un lungo elenco che in questo periodo di gravissima recessione  coinvolge direttamente  la Provincia attraverso i Centri per l'Impiego di Lecco e Merate, e l'Unità di gestione crisi aziendali”
. Giuseppe Scaccabarozzi, consigliere provinciale con delega in materia di  lavoro e servizi per l'impiego, fin dall’inizio del suo nuovo incarico con l’ente guidato da Flavio Polano
“Per fronteggiare queste gravi situazioni produttive e occupazionali viene attivato il tavolo istituzionale come sede di confronto con l' impresa, le associazioni imprenditoriali, i Sindacati dei lavoratori e i  Sindaci dei comuni interessati. Insieme si individuano le strategie più opportune per giungere a una soluzione e anche per avviare verifiche su eventuali disponibilità di nuovi imprenditori o partner finanziari. E' essenziale tenere viva questa azione di contatti e di sinergie tra le diverse parti in causa per fare rete sul tema del lavoro, un diritto sancito dalla Costituzione e che è elemento indispensabile non solo per la crescita economica ma soprattutto per le condizioni di vita dei lavoratori e delle loro famiglie. La presenza di un Ente come la Provincia è utile perché rappresenta le istanze e le esigenze  del territorio e svolge un significativo compito  di mediazione e di sintesi nella gestione delle crisi aziendali. A volte, nonostante ogni nostro sforzo, questo ruolo non basta e siamo impotenti di fronte a situazioni che richiedono interventi di altro tipo perché originate da  cause complesse (delocalizzazioni, mancanza di commesse, impossibilità a ricorrere ai finanziamenti ecc.). E' allora che vengono portate avanti iniziative per la ricollocazione dei lavoratori, la presa in carico dei cassintegrati e dei lavoratori in mobilità, gli incontri individuali o di gruppo, i percorsi formativi. Nei prossimi giorni si  discuterà del  futuro e del riordino delle funzioni  che la legge Delrio non prevede di attribuire  alle Province e tra queste  potrebbero rientrare le funzioni del lavoro. Spero  che questi servizi  possano continuare  a  rimanere  in capo alla Provincia e a non  essere  trasferiti  allo Stato o alla Regione. Questo non per rivendicare uno sterile ruolo di facciata ma nell'interesse del territorio che - per la delicatezza e l'importanza  che assume un problema come il lavoro - richiede organismi vicini ai cittadini  e  in grado di intercettare  i loro bisogni  con snellezza operativa  e in continuità con l'esperienza finora svolta”.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco