Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 243.171.022
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 06 dicembre 2014 alle 10:23

 Acqua pubblica, il 10 un incontro in sala Ticozzi

Il Servizio Idrico non è un servizio pubblico locale di rilevanza economica, è solo un servizio nell'interesse di tutti i cittadini. Questo è quello che hanno voluto 26 milioni di italiani.
L'acqua è un bene naturale nella libera disponibilità di tutti, per soddisfare un bisogno primario essenziale alla vita. Deve essere completamente estranea ad ogni logica di mercato e di profitto.
Il Comitato Lecchese Acqua Pubblica e Beni Comuni ha svolto un ruolo non marginale nel cercare di salvaguardare l'esito referendario e l'acqua pubblica. L'acqua, oltre che bene naturale e comune, è un emblema e la vittoria dei "privatizzatori" mette a grave rischio le regole democratiche del nostro Paese. Anche a Lecco è diventato normale disattendere gli esiti referendari e ignorare le leggi e, ancora di più, ignorare la Costituzione.
Il Comitato Lecchese Acqua Pubblica e Beni Comuni si rende disponibile ad un confronto con i cittadini, i consiglieri e gli amministratori locali interessati, mercoledì 10 dicembre 2014, alle ore 21.00 presso la sala Don Ticozzi in via Ongania.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco