Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.993.625
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 08 dicembre 2014 alle 18:42

Monticello: considerazioni sull'aumento delle rette della Casa di riposo, passata da struttura per la vecchiaia a una sorta di ''bene di lusso''

Con la nomina da parte del Sindaco Rigamonti del CdA della Casa di Riposo di Monticello, è andato in scena l'ultimo atto dello scempio di una struttura di eccellenza che in pochi anni è stata trasformata in un carrozzone in perdita.
Ricordo che il conto economico dell'ente era in pareggio nel 2009, quando l'attuale amministrazione l'ha ereditata dalla precedente, mentre oggi il risultato della gestione operativa (anni 2012 e 2013) è risultato essere in rosso di quasi 100.000 €, cifra che prima o poi il Comune sarà chiamato a ripianare, mettendo le mani nelle tasche dei cittadini.
Nel frattempo, ''le mani le hanno infilate abbondantemente nelle tasche degli anziani ospiti'' che hanno visto la retta giornaliera, per la camera standard, passare da 48,50 € nel 2009 (anno in cui è entrato in carica il CdA nominato dall'attuale sindaco e presieduto dal suocero dell'assessore Casiraghi, valido consulente logistico, ma senza alcuna competenza in gestione di strutture per anziani) a 57,00 € per il 2014 (e prezzi più alti per camere singole) con un incremento del 17,5% (incremento medio annuale del 3,5%) in anni in cui stipendi e pensioni non sono aumentati.
Il nuovo CdA, nominato dal Sindaco la scorsa settimana e che avrà la responsabilità di cercare di riportare all'eccellenza la struttura, è frutto della lottizzazione più pura, il presidente a NCD, partito che sostiene Rigamonti, un consigliere alla Lega, che a Cortenuova sostiene l'attuale amministrazione, e un consigliere "trombato" alle ultime elezioni nella lista Rigamonti .... Un biglietto da visita che non lascia dubbi in un momento così delicato.
La Minoranza, che da 5 anni non conta nessun membro nel CdA, è stata ancora una volta ignorata, il Sindaco, non ha preso in considerazione due nomi di caratura molto elevata, Vittorio Cazzaniga, sindaco di Monticello per 30 anni e Antonio Conrater, Assessore Provinciale ai Servizi Sociali fino alla scorsa estate, proposti dall'Opposizione che avrebbero dato maggiore competenza e autorevolezza al CdA ... ma ormai a Monticello siamo abituati che, per dirla con una metafora ciclistica, c'è un uomo solo al comando ... la sua maglia è bianco blu (NCD) .... purtroppo però non si chiama Fausto Coppi, ma Luca Rigamonti!
Subito dopo aver nominato il CdA, il Sindaco e la Giunta hanno anche deliberato le nuove rette per il 2015, aumentandole di 1,50€ al giorno e di 2,50€ per le unità abitative di maggior pregio (1,00€/2,00€ per i residenti a Monticello da più di 5 anni) che corrispondono al 2,7% o 4,4% su base annua, una enormità in un anno di crisi e deflazione dove i prezzi, le pensioni e gli stipendi scendono!
Nel 2015, il costo mensile della retta della Casa di Riposo, andrà da un minimo di 1.800,00€ (camera Standard) a un massimo di 2.023,00€ (camera singola con bagno).
La Casa di Riposo, nata come sostegno alla vecchiaia dei cittadini, è stata trasformata in un bene di lusso a cui pochi possono accedere ..... ma che non da servizi dello stesso livello, in quanto contemporaneamente gli stanziamenti per le attività dedicate agli ospiti sono state tagliate!!
Ancora una volta questa amministrazione fa pagare agli anziani e ai loro famigliari la propria incapacità e inefficienza nella gestione di un ente strategico per Monticello.
Gianluca Casati, Consigliere comunale Gruppo Insieme per Monticello
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco