Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 247.705.092
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 18 marzo 2015 alle 20:53

Monticello: RSA, le richieste sindacali sulla ''forza lavoro''

La casa di riposo di Monticello
Internalizzare il servizio assistenziale attualmente affidato ad una cooperativa. E' la richiesta che giunge dai rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, all'indomani dell'assemblea tenutasi con i lavoratori della Casa di riposo di Monticello. Al centro della discussione, in particolare, vi è la posizione dei circa 25 addetti (asa, oss e infermieri) della Cooperativa sociale KCS Caregiver, che da anni operano presso la RSA di Via Sirtori da esterni.
A seguito di un confronto avvenuto nei giorni scorsi con i referenti del CdA della struttura monticellese e con la direzione, le sigle sindacali auspicano che il servizio possa essere invece internalizzato, con l'assunzione quindi, degli addetti.
Una speranza che i referenti di Cgil, Cisl e Uil estendono anche al resto dei lavoratori della Casa di riposo operanti nel servizio assistenziale, il cui futuro sarebbe proprio al centro di una valutazione che il CdA sta compiendo in questo periodo.
All'ipotesi di internalizzare l'intera forza lavoro, si affiancherebbe anche quella di procedere ad un'ulteriore esternalizzazione di parte dei dipendenti oggi in forze presso la Rsa di Monticello. Al momento si tratta solo di ipotesi ancora al vaglio dei referenti del consiglio di amministrazione e del comune monticellese, sulle quali non è stata presa alcuna decisione ufficiale.
A questo proposito però, Cerri, Tramparulo e Bonacina, referenti di Cisl, Cgil e Uil, chiedono per conto dei lavoratori ''un pronunciamento a breve sulle scelte future dell'Azienda Speciale, sia occupazionali, che di gestione infermieristica verso i pazienti della Rsa'', oltre ad un incontro con il sindaco e i membri del Consiglio di amministrazione.

Di seguito il comunicato redatto martedì e diffuso quest'oggi dai sindacati:
Oggi 17 marzo 2015 s’è svolta l’assemblea generale dei dipendenti della Casa di Riposo di Monticello Brianza al termine della quale è stato redatto questo comunicato.

L’assemblea dei dipendenti della Casa di Riposo di Monticello Brianza ritiene necessario che il Consiglio d’amministrazione prosegua nell’intento d’internalizzare il servizio assistenziale attualmente affidato in appalto alla Cooperativa Sociale KCS Caregiver.
I lavoratori ritengono l’internalizzazione del servizio assistenziale una soluzione corretta e trasparente, sia per quanto rigurda il metodo di selezione pubblica dei candidati, sia per migliorare la qualità assistenziale.

L’Assemblea esprime contrarietà ad ogni ipotesi di armonizzazione del contratto Autonomie Locali con altri contratti del comparto socio assistenziale sanitario.

L’Assemblea chiede al Consiglio d’Amministrazione, un pronunciamento a breve sulle scelte future dell’Azienda Speciale, sia occupazionali , che di gestione infermieristica verso i pazienti della RSA.

Le O.S., i delegati RSU e i dipendenti chiedono un incontro con il Sindaco ed il Consiglio d’Amministrazione della Casa di Riposo di Monticello.


Le Segreterie territoriali CISL FP, FP CGIL , UIL FPL  i delegati RSU e 62 dipendenti presenti all’assemblea
                                         

 E.Cerri, C.Tramparulo, I.Bonacina

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco